Pasta? Piatto da re! Felicetti e Niederkofler a confronto.

felicetti e norbert

Oltre 30 milioni di fatturato. Distribuzione in decine di paesi esteri. Uno dei maggiori, se non il maggiore produttore di pasta bio al mondo. E’ con questo curriculum che il pastifico Felicetti di Predazzo ha preso possesso nelle scorse settimane di un bel pezzo di Expo di Milano. Lo ha raccontato a venerdì a Bolzano il Ceo Riccardo Felicetti che accompagnato dallo chef Niederkofler ha illustrato l’ultima sfida di quello che con buona probabilità è anche uno dei pastifici più alti d’Italia. Per 26 settimane l’azienda fondato nel 1908 in Val di Fiemme sarà a Expo con una serie di esperienze di gusto condotte da chef illustri: Un calendario di 450 eventi organizzati in collaborazione con Identità Golose e che vedrà coinvolti un centinaio di cuochi italiani e non solo. “La kermesse della guida fondata da Paolo Marchi e Claudio Ceroni, sarà l'occasione per dimostrare l'affinità elettiva tra la pasta secca di alta qualità e la cucina d'autore, tra la più pregiata tradizione di arte pastaia e la più avanzata sperimentazione nel campo del gusto». Ha spiegato Felicetti. Le attività che si andranno a sviluppare all'interno del ricco programma di Identità Golose e che vedranno Monograno Felicetti protagonista saranno pranzi e cene dove i prodotti del pastificio trentino incontreranno le creazioni dei famosi chef ospiti. E non solo. Perché una parte del progetto coinvolge anche l’Alto Adige come ha spiegato Norbert Niederkofler. Lo chef nel suo ristorante a due stelle Michelin in Val Badia ha adottato prodotti del territorio e filosofia supersostenibile sintetizzata dal concetto, Cook the Mountains, cucina la montagna, ha fatto adottare al pastifico felicetti il farro prodotto in Alto Adige e denominato Regiograno, con cui viene realizzata una linea di pasta integrale e biologica molto particolare e pregiata diffusa soprattutto nella ristorazione e che è stato presentato a Expo. Niederkofler ha realizzato una golosa variante della “carbonara tirolese” realizzata con lardo, pasta di farro regiograno e un tuorlo d’uovo contadino.

carbonara tirolese niederkoflerMolto apprezzato. Gli appuntamenti in programma per il mese di Maggio con "Le Paste d'Italia" a Milano, saranno tutti i venerdì, dalle 17.00 alle 18.00. Il primo incontro, l'8 maggio, ha visto come protagonista Christian Milone che con la sua Gastronavicella alla Trattoria Zappatori ha preso la tradizione piemontese e l'ha accompagnata in un viaggio nello spazio della creatività. Il 15 maggio sarà la volta di Andrea Aprea, del Vun Park Hyatt di Milano che si cimenterà in una creazione a-tutta-pasta. Si prosegue il 22 maggio con Alessandro Gilmozzi, de El Molin di Cavalese, in val di Fiemme, chef dalla cucina legata al territorio capace di reinterpretarla in chiave creativa. Perché come dimostra Felicetti: anche dal piccolo possono nascere grandi successi.