il passaggio di consegne 

Cantina di Terlano: finita l’era Höller, adesso arriva Eyrl

TERLANO. Cambio al vertice della Cantina di Terlano: dopo 34 anni nel consiglio di amministrazione e 22 anni di presidenza, Georg Höller ha deciso di non presentarsi all’assemblea generale dei giorni...

TERLANO. Cambio al vertice della Cantina di Terlano: dopo 34 anni nel consiglio di amministrazione e 22 anni di presidenza, Georg Höller ha deciso di non presentarsi all’assemblea generale dei giorni scorsi. Finisce così un’era lunga e di grande successo per Terlano. A Höller segue Georg Eyrl che ha ottenuto la fiducia della maggioranza dei soci e sarà presidente per i prossimi 3 anni.

La Cantina di Terlano è considerata dagli esperti una delle migliori cooperative vinicole in Italia, anche grazie al prezioso contributo del presidente Höller, responsabile di alcune decisioni nel corso dei decenni che hanno marcato la direzione della cantina: «È stato certamente un pioniere. In un momento in cui la viticoltura in Alto Adige era in crisi, ha sostenuto con forza l’orientamento alla qualità e posto così le basi per gli sviluppi futuri», ha dichiarato Hansjörg Hafner, vicepresidente al quarto mandato.

Il presidente uscente ha inoltre contribuito ad un salto della Cantina di Terlano in termini di professionalità: «La struttura organizzativa e la divisione tra le funzioni di presidente, amministratore delegato, enologo, direttore amministrativo e direttore commerciale si devono a lui. Ha così eliminato il conflitto d’interesse e dato ai dirigenti maggior libertà nelle loro attività quotidiane», continua Hafner. Non da ultimo, è stato una figura importante nella fusione tra le cantine di Terlano e Andriano, stabilita quasi nello stesso giorno dieci anni fa e ufficializzata nel 2008. «Georg Höller ha avuto ottime doti da leader, molto affidabile e si è sempre prodigato con grande impegno nelle cause in cui credeva».

In occasione dell’assemblea generale, come suo successore è stato eletto Georg Eyrl che ha ringraziato i soci per la fiducia dimostrata. Con lui al vertice della cantina è stato rieletto il vicepresidente Hafner e 11 membri del consiglio: Norbert Elsler, Ulrike Gratl, Johann Nocker, Robert Müller, Elmar Pichler, Anton Adami, Christoph Patauner, Konrad Rauch, Manfred Runer, Georg Spitaler e Hans-Peter Höller.

©RIPRODUZIONE RISERVATA.