Quattromila in piazza a Salorno per Perkeo 

Un intero paese in costume con il giullare di Heidelberg. Il sindaco Lazzeri: «Tanta goliardia e il gusto di divertirsi assieme»

SALORNO. Il carnevale del Perkeo ha fatto il record di partecipazione e di divertimento. Ieri si sono ritrovati in più di quattromila a Salorno per festeggiare il corteo storico intitolato a Giovanni Clementi chiamato Perkeo, nato in paese nel 1702, divenuto giullare e guardiano di botti in Germania alla corte del principe Carlo Filippo.

Nel pubblico si sono visti anche il sottosegretario Maria Elena Boschi e i vertici della Svp in campagna elettorale, ma, e l’ha sottolineato il sindaco Roland Lazzeri, “non c’è stato spazio per strumentalizzazioni”. Come peraltro per gli eccessi che hanno segnato sfilata e bilanci del Giovedì grasso a Terlano. “Abbiamo accolto tanta gente - ha detto Lazzeri - e abbiamo celebrato una festa dedicata alle famiglie, con tanto divertimento e nessun problema di ordine pubblico”. Il tutto senza perdere i tratti, i colori e la spensieratezza di una giornata di carnevale e quindi senza rinunciare alle note e ai giochi della vena goliardica più autentica e senza dimenticare il buon vino, il piacere di un bicchiere (quel piacere impersonato da Perkeo) invece dell’esagerazione di una bevuta programmata e senza misura. Insomma, tutto è filato liscio e il carnevale del Perkeo ha rinnovato una tradizione di colori e ha alzato fino a oltre quattromila il record delle presenze. Ricordando la nostalgia dell’illustre cittadino di Salorno e il suo ritorno a casa, in un rituale che ogni due anni il carnevale rinnova nella memoria e nella simpatia.

©RIPRODUZIONE RISERVATA.