FURTI

Raffica di furti in bar e negozi a Terlano 

Gravi i danni alle strutture, scarso il bottino. Numerosi gli esercizi finiti nel mirino dei malviventi

TERLANO. Per Terlano, ieri, 21 febbraio, il risveglio è stato brusco e spiacevole. Una mattina di disordine e scompiglio percorrendo con gli occhi i segni lasciati dai ladri che, di notte, hanno forzato ingressi, porte e finestre di negozi e ristoranti per rovistare nelle casse e fra gli scaffali e poi scappare quando uno degli allarmi o il segnale di una delle telecamere di videosorveglianza attive in zona hanno portato sul posto i carabinieri.

Alla fine, tanti danni e trambusto, pochi soldi rubati e immagini appunto captate da un occhio elettronico che inquadrerebbero un solo uomo in azione.

Per primo, secondo le ricostruzioni fatte ieri mattina, sarebbe stato preso di mira il supermercato Conad in via Principale, poi è stata la volta del Consorzio agrario in via Andriano. La successiva porta a cedere al tentativo di scasso (la porta posteriore, in questo caso) è stata quella del ristorante pizzeria Oberhauser, al piano terra dell’edificio che ospita il municipio e di proprietà appunto del Comune.

Nel "tour" di furti in giro per il paese è stata coinvolta anche la Cantina di Terlano in via Silberleiten.

Meglio è andata alle due macellerie Mair e Nigg, tra la via Principale e piazza Karl Atz, e al negozio di alimentari Pfanzelter ancora in piazza Atz: in tutti e tre, le porte hanno resistito alle prove di scasso o il prolungarsi del raid ha ridotto i tempi e limitato l’azione dei ladri. Dalla telecamera di uno dei tre ultimi obiettivi sarebbe partito l’sos che ha fatto arrivare i carabinieri.