San Paolo, sei vini sopra i 90 punti per «Falstaff»

San paolo. Nella nuova edizione della rinomata guida ai vini austriaca Falstaff la Cantina Produttori San Paolo di Appiano ha ottenuto 6 voti sopra i 90 punti, collocandosi fra le aziende...

San paolo. Nella nuova edizione della rinomata guida ai vini austriaca Falstaff la Cantina Produttori San Paolo di Appiano ha ottenuto 6 voti sopra i 90 punti, collocandosi fra le aziende vitivinicole di punta dell’Alto Adige.

«Ciò significa che la nostra cantina fa parte - sottolinea il nuovo direttore generale Hans Karl Pichler - della crème de la crème del settore enologico in Alto Adige. 93 punti sono andati sia al Sauvignon Passion 2017 Alto Adige doc per il suo „fantastico gioco fra sentori di frutta e mineralità” e al Sanctissimus Pinot Bianco 2016 Alto Adige doc per le sue note speziate, la sua struttura e “i polifenoli fini che donano sostanza al vino”. Il Pinot Bianco Riserva Passion 2016 Alto Adige doc ha ottenuto 91 punti per la sua „beva chiara con finissimi sentori di cedri” e il suo “corpo cremoso e fondente» . Fra i vini rossi è emerso soprattutto il Pinot Noir Riserva Passion 2016 Alto Adige doc con 92 punti per i suoi sapori di “ciliegie dolci e fragole mature” e le “leggere note di vaniglia abbinata a spezie fini”. Similmente, a 91 punti, si è collocato il Lagrein Riserva Passion 2016 Alto Adige doc, che ha convinto gli esperti di Falstaff per “il suo corpo che finisce “in un finale incisivo e sostenuto”. 90 punti sono andati al Merlot Riserva Passion 2016 Alto Adige doc per i suoi profumi fruttati con un “soffio di polvere di cacao” e i suoi “tannini avvolgenti e persistenti”. «Gli alti voti dimostrano che i nostri continui sforzi per portare in rilievo la personalità e le caratteristiche particolari dei nostri vigneti, che si estendono intorno al paese di San Paolo, vengono sempre più premiati», si rallegra Leopold Kager, presidente della Cantina Produttori di San Paolo. Falstaff Weinguide è una delle guide ai vini più importanti nei paesi di lingua tedesca, con un particolare focus sui vini dell’Austria e dell’Alto Adige. Dal 2013 c’è anche la Weinguide Germania. Viene utilizzato il sistema dei 100 punti riconosciuto in tutto il mondo.

©RIPRODUZIONE RISERVATA.