Zona scolastica, multe a raffica ai genitori 

Il sindaco: «Sono poco meno di cento con due controlli a settimana. Bisogna cambiare testa per la sicurezza dei bambini»

di Massimiliano Bona

EGNA. Multe a raffica in zona scolastica ad Egna, dove da sempre vige un limite di velocità più basso per tutelare la sicurezza delle decine di studenti che ci passano ogni giorno. La notizia sorprendente è che tra le persone sanzionate ci sono molti genitori, che invece dovrebbero dare l’esempio. Una situazione che secondo il sindaco Horst Pichler è diventata intollerabile e pertanto è necessario lanciare un appello prima che accada qualcosa di grave. «I dati parlano chiaro - sottolinea il primo cittadino - e ci dicono che sebbene la zona scolastica esista da anni, tantissimi residenti non se ne curano. I limiti, in poche parole, vengono ignorati. Purtroppo tra le persone sanzionate ci sono anche molti padri e madri. Quest’anno abbiamo fatto, di media, due controlli a settimana e le contravvenzioni sono state addirittura 84, che per una piccola realtà come Egna sono davvero tante. Rendo pubblici questi dati perché spero davvero che la situazione cambi radicalmente da settembre. Bisogna avere un altro approccio per garantire la sicurezza dei bambini».

Pichler ha fatto il punto anche sulla questione vigili. «Al momento ne abbiamo tre, ma uno (Scanferla ndr) passerà al Comune di Bressanone. Abbiamo indetto il bando per coprire il posto vacante: gli interessati possono farsi avanti entro il 27».

Il servizio di Polizia Locale del Comune di Egna si estende fino a Salorno e Cortina, ma è prevista anche una collaborazione con la Polizia Locale di Ora e Bronzolo. Oltre ad un rilevatore di velocità, la Polizia Locale di Egna dispone di un’apparecchiatura per la lettura delle targhe che consente di controllare revisioni e assicurazioni. «I nostri vigili hanno emesso 12 contravvenzioni a veicoli non assicurati e 42 a persone che non avevano fatto la revisione». Nei prossimi mesi la Polizia Locale sarà dotata di un sistema per la lettura dei tempi di guida e di riposo dei veicoli adibiti a trasporto di cose e persone. «Il traffico pesante sulla Ss12 è aumentato, per cui abbiamo intensificato anche questo tipo di controlli».

©RIPRODUZIONE RISERVATA