ANIMALI

Bolzano come Trento, si prepara la legge per l'uccisione del lupo

Dopo Trento, anche Bolzano si prepara ad una legge che possa consentire "in caso non esistano altre soluzioni" il prelievo dei lupi

BOLZANO. Via libera della giunta provinciale di Bolzano al disegno di legge su orsi e lupi.

«La Provincia di Bolzano stabilirà i prelievi di singoli esemplari, ma solo a patto che non esista un'altra soluzione e che ciò non pregiudichi il mantenimento della specie. Ogni intervento dovrà essere concordato con l'Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra)».

Ad annunciarlo è stato il presidente della giunta provinciale di Bolzano Arno Kompatscher.

Il disegno di legge «Misure di prevenzione e di intervento concernenti i grandi carnivori» approvato dalla Giunta provinciale su proposta dell'assessore all'agricoltura Arnold Schuler prevede che il presidente della Provincia possa mettere in atto misure per la gestione di orsi e lupi.

Sulla base di questo ddl, la Provincia può disporre il prelievo, la cattura o l'uccisione di singoli esemplari, ma solo a condizione che non esista un'altra soluzione valida per la gestione della loro presenza e che il prelievo non pregiudichi il mantenimento, in uno stato di conservazione soddisfacente, della popolazione della specie interessata nella sua area di ripartizione naturale.

Il disegno di legge, composto da un unico articolo, prevede che il presidente della Provincia adotti le misure di applicazione della Direttiva Habitat di prevenzione e di intervento per la gestione della presenza dell'orso e del lupo nel territorio provinciale nel rispetto delle finalità, delle condizioni e dei limiti previsti dalla direttiva europea sul tema. La norma non autorizza però la popolazione a prelievi, catture o uccisioni degli esemplari nel loro habitat naturale.