PARCHEGGI

Bolzano, invalidi: nuovi criteri per il rilascio del contrassegno del parcheggio

Approvati dalla giunta altoatesina: dettagliato elenco delle patologie che possono consentire il rilascio

BOLZANO. Approvati dalla giunta altoatesina i nuovi «Criteri valutativi per il rilascio del contrassegno parcheggio per invalidi». «Sinora a livello provinciale - afferma l'assessora al sociale Martha Stocker - sono stati adottati criteri diversi tra loro per il rilascio di questi contrassegni, che spesso hanno causato scontento ed anche ricorsi alla medicina legale. Il gruppo di lavoro appositamente insediato ha elaborato una proposta molto buona che ora verrà applicata a livello provinciale».

Il prossimo passo, annuncia l'assessora, sarà rappresentato dall'organizzazione di un apposito percorso formativo sull'applicazione di questi criteri rivolto ai medici di famiglia ed ai servizi. «L'obbiettivo di tutti noi è quello di garantire che i posti disponibili vengano messi a disposizione di coloro che ne hanno effettivamente bisogno. A questo proposito rivolgiamo un appello alla popolazione affinché vengano lasciati liberi questi parcheggi riservati alle persone invalide», conclude l'assessora.

I criteri approvati dalla Giunta definiscono nel dettaglio le modalità dell'accertamento medico per il rilascio del contrassegno parcheggio per gli invalidi, viene inoltre definito in maniera chiara il concetto medico legale di «deambulazione sensibilmente ridotta».

Tra i criteri vi è anche un dettagliato elenco delle patologie che possono consentire il rilascio del contrassegno con le relative annotazioni per una rivalutazione dei singoli casi. In particolare vengono elencate le patologie relative agli apparati locomotore, cardiocircolatorio, endocrino, respiratorio, digerente, urinario, le patologie psichiche, neurologiche, sensoriali e neoplastiche in base alle quali può essere rilasciato il contrassegno.

Il gruppo di lavoro che ha elaborato i criteri è composto da Giovanna Zanirato, primaria, Oliver Neeb, vicedirettore del Servizio aziendale di medicina legale dell'Azienda sanitaria, Martin Telser, presidente della Federazione per il sociale e la sanità ed Heinrich Tischler, già primario presso l'Ospedale di Merano ed incaricato del Comune di Merano per le questioni riguardanti le persone disabili.

I componenti del gruppo di lavoro esprimono la loro soddisfazione per la nuova regolamentazione «che non rappresenta un compromesso rispetto al passato ed indica una chiara linea di comportamento» e ribadiscono l'importanza di sensibilizzare la popolazione nei confronti delle esigenze dei disabili e quindi di non utilizzare i parcheggi a loro riservati.