Ötzi sul Virgolo, l’idea tramonta Kompatscher: puntare sul centro 

Il museo. Il presidente: «Va valorizzata la città vecchia». Prosegue la ricerca di una sede, si valuta l’esproprio  La Svp di Bolzano: il progetto Benko potrebbe essere realizzato in parte, con funivia e piattaforma panoramica

di Francesca Gonzato

Bolzano. Tramonta il trasferimento di Ötzi sul Virgolo. Il progetto di Benko è uscito con il punteggio più alto dalla indagine di mercato, ma è improbabile che la Provincia segua questa impostazione. Ieri sono arrivate parole chiare dal presidente Arno Kompatscher: «L’obiettivo è rendere attraente il centro storico di Bolzano». È la vittoria su tutta la linea della Svp di Bolzano, dei commercianti del centro e di tutti coloro che chiedono di lasciare al centro di Bolzano l’attrazione turistica più importante. Il progetto Benko potrebbe però essere realizzato in parte, senza museo archeologico, ma con la funivia, una piattaforma panoramica, ristorante, verde e spazi pubblici. Su questo, annuncia Dieter Steger, Obmann della Svp di Bolzano, «c’è un dialogo tra Comune e Hager».

La procedura

La giunta provinciale riceverà nei prossimi giorni la relazione di Daniel Bedin (direttore reggente della ripartizione Patrimonio) sull’indagine di mercato per la sede del polo museale (Ötzi e Museo Civico) conclusa lunedì. Il massimo del punteggio (100 punti su 100) è andato alla proposta di Viva Virgolo (gruppo Benko), con il trasferimento appunto sul Virgolo. Al secondo posto con 57,04 punti la proposta di Athesia con l’utilizzo dell’areale di fronte all’attuale museo. Scartata per errore formale la proposta del gruppo Tosolini (utilizzo dell’ex immobile Ina, oggi sede della biblioteca civica). Non vincolante l’indagine di mercato, la giunta deciderà come procedere.

L’idea di Kompatscher

Il presidente ha confermato ieri in conferenza stampa quanto assicurato alla Svp di Bolzano il mese scorso e chiarito dal vice sindaco Christoph Baur. Questa la posizione di Kompatscher: «Non ho detto “mai e poi mai”, ma non credo che possa nascere il Museo Ötzi sul Virgolo, perché non ritengo che raggiungeremmo così l’obiettivo di rendere attraente il centro storico».

Le ipotesi

Davanti alla giunta diverse ipotesi, anticipa Kompatscher: sviluppare il museo archeologico sul posto (improbabile), verificare se esistono altre proposte interessanti di acquisto o procedere a un esproprio, procedura complessa perché richiede la modifica del piano urbanistico con dichiarazione di zona di interesse collettivo. L’obiettivo è espropriare l’ex Ina? «L’esproprio è sempre l’ultimo passo», risponde Kompatscher. Potrebbero riaprirsi le trattative con Tosolini? L’ampliamento all’ex Ina era l’ipotesi iniziale. «Noi dobbiamo stare alle stime ufficiali», risponde, «Il prezzo che ci era stato proposto non era adeguato». Il sindaco Caramaschi attende le decisioni della Provincia: «Il progetto sul Virgolo era bello. Vedremo le scelte e su quella base dovremo pensare al Civico».

Il Virgolo

Steger incassa il successo e apre a una rivisitazione del progetto sul Virgolo: «Benissimo la frenata sul museo al Virgolo. Togliere Ötzi dal centro sarebbe un colpo per la città, soprattutto la zona oltre il ponte Talvera, che va invece valorizzata con un percorso da piazza Gries al centro storico. Il Virgolo va valorizzato con un progetto per i bolzanini. So che c’è una discussione tra il vice sindaco Baur e i rappresentanti della Signa di Benko: ci può stare benissimo un polo ricreativo e la funivia, con un finanziamento al 70-80 per cento della Provincia».

©RIPRODUZIONE RISERVATA.