LA FESTA DELLA LIBERAZIONE

25 aprile a Bolzano, una giornata di storia e memoria

Numerose le celebrazioni andate in scena a Bolzano per la Festa della Liberazione

BOLZANO. A Bolzano il 25 aprile è stato ricordato con i due tradizionali cortei, guidati dal sindaco Renzo Caramaschi e dal vice sindaco Christoph Baur.

Erano presenti i massimi rappresentanti politici e militari, come anche l'Anpi.

25 aprile a Bolzano, una giornata di storia e memoria

A Bolzano il 25 aprile è stato ricordato con i due tradizionali cortei, guidati dal sindaco Renzo Caramaschi e dal vice sindaco Christoph Baur. Erano presenti i massimi rappresentanti politici e militari, come anche l'Anpi. A conclusione delle cerimonie ufficiali, in piazza Matteotti la “Pasta della Liberazione”, con spaghettata a offerta libera gestita dall’Anpi in collaborazione con il gruppo Ana dei Piani. Di scena anche un contro-festival al parco Petrarca, con musica e incontri, che ha fatto registrare un buon afflusso. (foto Matteo Groppo)

Bolzano ha ospitato oggi anche il primo «Trofeo della liberazione» per giovani ciclisti, dedicato alla memoria del Partigiano «Prua» ovvero di Corrado Pontalti, figura importante della resistenza al nazifascismo del Trentino Alto Adige nelle file combattenti del battaglione «Garlenda», scomparso nel 2016 alla età di 93 anni.

A conclusione delle cerimonie ufficiali, in piazza Matteotti la “Pasta della Liberazione”, con spaghettata a offerta libera gestita dall’Anpi in collaborazione con il gruppo Ana dei Piani e con il Festival delle Resistenze, il cui ricavato sarà devoluto progetto della Croce Rossa di Bolzano "fuori di testa" dedicato al sostegno dei bambini ricoverati in Ospedale.

Di scena anche un contro-festival al parco Petrarca, con musica e incontri, che ha fatto registrare un buon afflusso.