BOLZANO

A San Pio X «le signore dei biscotti» 

In parrocchia un mercatino solidale preparato con cura e amore per aiutare i bimbi meno fortunati

di Gabriel Marciano

BOLZANO. Biscotti fatti in casa da “apriti pancia”, marmellate (sempre fatte in casa) da leccarsi i baffi. E poi: lavori all’uncinetto di grande fattura, addobbi natalizi, corone d’avvento... e chi più ne ha, più ne metta. I mercatini delle parrocchie sono un piccolo tesoro, perché racchiudono tante cose belle, realizzate con passione da chi tutto l’anno segue il cuore per aiutare gli altri.

Parliamo, ad esempio, del «Mercatino di Natale» di beneficenza (e totalmente artigianale), promosso dal gruppo «Arca della Solidarietà» in via Barletta, nella parrocchia sul retro della chiesa di San Pio X.

Tutto quello che viene esposto sui banchi è stato realizzato dalle volontarie del gruppo e la totalità degli incassi è devoluta ad un orfanotrofio indiano, nel Tamil Nadu, per dare un futuro migliore ai cento bambini che vi sono ospitati.

Le volontarie dell’Arca, unite da una solidissima amicizia che dura ormai da oltre cinquant'anni, dai tempi del circolo giovanile San Pio X, sono una decina, affiatate, instancabili e piene di voglia di fare.

Il mercatino è in piena attività e si concluderà venerdì 8 dicembre, giorno dell’Immacolata, durante la Festa delle Api di via Resia. Lo sforzo preparatorio è davvero notevole: le volontarie dell’«Arca della Solidarietà» si incontrano una volta a settimana da gennaio a dicembre, per lavorare insieme, scambiarsi idee e creare con le proprie mani gli oggetti che a fine anno andranno venduti.

Per un dono natalizio si possono trovare prodotti di ogni tipo, fatti a mano e a basso prezzo. Inoltre c'è il fattore della beneficenza, visto che chi mette in piedi il tutto, lo fa volontariamente e gli interi ricavi sono devoluti all'orfanotrofio Vedapatty Village nella diocesi di Dindigul. Non si tratta di “routine parrocchiale”, ma di solidarietà vera. Vissuta tutti i giorni, tutto l’anno. Per questo parliamo di “cuore”. Un impegno riconosciuto - nel corso del tempo - non solo dalla comunità parrocchiale, ma anche dagli abitanti di Don Bosco. Sono tanti infatti i “clienti” affezionati che fanno regolarmente tappa in parrocchia per i regali di Natale. Collabora all'iniziativa anche l’oratorio di San Pio X: quest'inverno si sono uniti al mercatino alcuni bambini che, insieme alle loro mamme, hanno prodotto lavoretti artigianali, il cui ricavato sarà utilizzato per comprare dei giochi destinati al reparto pediatrico dell'ospedale San Maurizio.

Tanta buona volontà e tanta solidarietà, dunque, sono le fondamenta di un gruppo, l’Arca, nato nella parrocchia di San Pio X. Un gruppo di donne che, pur avendo preso strade diverse nel corso della vita, ha mantenuto l’impegno assunto molti anni fa tra le mura della chiesa di via Resia, con un unico obiettivo: aiutare chi ha bisogno. Quindi, se volete conoscerle (e magari comprare qualcosa), fatevi sotto. Gli orari di apertura, con ingresso da via Barletta, sono: fino al 7 dicembre dalle 15 alle 18.30; venerdì 8 dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18, con la presenza di un gazebo anche lungo via Resia durante la Festa delle api.