Aiutò due sciatrici ad eludere il fisco: patteggia 18 mesi

Si tratta di Roland Costa, consulente di Karbon e Kostner:avrebbe gestito gli introiti delle sponsorizzazioni

di Mario Bertoldi

BOLZANO. Era accusato di aver aiutato due protagoniste nazionali dello sport italiano ad eludere il fisco, oltrettutto con l’aggravante di aver agito con due atlete che al tempo dei fatti facevano parte delle Fiamme Gialle, cioè della Guardia di Finanza. Il consulente finanziario coinvolto in questa brutta vicenda di presunta truffa al fisco, ha ora definito davanti al giudice penale la propria posizione. Si tratta di Roland Costa (consulente finanziario di Ortisei con interessi professionali in Svizzera) che ha patteggiato davanti al giudice Walter Pelino una condanna ad un anno e mezzo di reclusione. Essendo incensurato, Roland Costa ha ottenuto la sospensione condizionale della pena.

La posizione delle due campionesse dello sci Isolde Kostner e Denise Karbon (in quanto appartenenti alla Guardia di Finanza) e tutt’ora pendente davanti al tribunale militare di Verona. Isolde è accusata di aver portato in Svizzera (al fine di evadere le imposte italiane) due milioni di euro. Stesso comportamento attribuito a Denise Karbon, anche se per un importo sensibilmente minore e cioè 450 mila euro. Si tratta di compensi derivanti da contratti di sponsorizzazione e pubblicità delle due atlete professioniste. Come detto sotto inchiesta finì anche il consulente finanziario gardenese che ora ha chiuso il contenzioso con la giustizia patteggiando una condanna ad un anno e mezzo di reclusione.

Nel corso dell’inchiesta la Procura sotenne che fu proprio lui a curare in tutto e per tutto la gestione delle rilevanti somme di denaro, decidendo anche gli investimenti e le movimentazioni necessarie «ponendo in essere le condizioni - riportava il capo d’imputazione - per sottrarre tali redditi alla dovuta imposizione fiscale. Ora Roland Costa ha ancora la possibilità di impugnare in Cassazione.

©RIPRODUZIONE RISERVATA