Asparagi, raccolto record anche col gelo

Il sindaco di Terlano: «Arriveremo a 60 tonnellate con alcune precauzioni. Il prezzo? Dai 10 ai 13 euro al chilo»

di Massimiliano Bona

TERLANO. Il sindaco di Terlano Klaus Runer, oltre ad essere un politico navigato, è anche un contadino. E sapeva bene che le temperature sottozero di questa settimana avrebbero potuto pregiudicare il raccolto. Non solo dell’uva e delle mele ma anche degli asparagi. Grazie ad una serie di accorgimenti, invece, è stato possibile trarre il massimo profitto nonostante il gelo in campagna.

«È andata bene - sottolinea Runer - perché abbiamo messo dei teli a protezione del raccolto ma anche perché abbiamo evitato che le punte dell’asparago, più deboli del resto dell’ortaggio, fossero esposte alle intemperie».

Il 2017, tra l’altro, sarà ricordato probabilmente come l’anno dei record, in quanto dovrebbe essere possibile toccare quota 60 mila chilogrammi, circa 10 mila in più di una stagione ordinaria. Su questo risultato ha inciso il bel tempo di marzo, ma anche il fatto che gran parte dei campi dedicati a questo ortaggio funzionassero a pieno regime.

Sindaco, nonostante la gelata della scorsa notte è andata bene allora?

«Fino adesso sì. Abbiamo ancora un paio di notti davanti ma poi il peggio dovrebbe essere alle spalle. E ci accingiamo ad archiviare questa stagione come quella dei record. Ieri ho fatto un giro tra tre dei produttori locali e nessuno si lamentava».

Gran parte della produzione locale è destinata alla ristorazione locale. Giusto?

«Potrei dire tutta. La quantità è talmente esigua che non c’è nemmeno spazio per l’export».

L’aparago di Terlano, tra l’altro, si trova solo per un paio di mesi. Giusto?

«Aprile e maggio. Quest’anno probabilmente finiremo il 20 maggio, con una decina di giorni di anticipo, perché abbiamo anche iniziato prima per il gran caldo, con temperature sopra la media».

Quali sono i prezzi di quest’anno?

«Si oscilla dai 10 euro fino ai 13 euro per la qualità più pregiata».

Sono quindici i produttori di asparagi di Terlano che coltivano circa 10 ettari di terreno. Il sigillo di qualità Margarete ne certifica l'origine.

La gelata di questi giorni potrebbe creare qualche problemino in più alle viti?

«Esatto. Questo è il nostro timore, ma stiamo navigando a vista. Intanto, almeno per gli asparagi, possiamo essere più che soddisfatti».

©RIPRODUZIONE RISERVATA