il progetto ai piani

Banca Popolare, una sede da 21 milioni con l’asilo

BOLZANO. Presentata ieri la tabella di marcia - oltre al rendering - per la realizzazione della nuova sede della Banca Popolare in via Macello, ai Piani di Bolzano. Sono previsti 7 piani, di cui 3...

BOLZANO. Presentata ieri la tabella di marcia - oltre al rendering - per la realizzazione della nuova sede della Banca Popolare in via Macello, ai Piani di Bolzano. Sono previsti 7 piani, di cui 3 interrati, e la consegna del nuovo edificio è fissata per il 31 dicembre di quest’anno. Previsti 42 mila metri cubi nel semi-interrato e 28 mila ai piani superiori per un totale di 70 mila mc. L’investimento complessivo, al netto dell’Iva, è di 21 milioni di euro. Prevista anche la realizzazione di un asilo nido, come richiesto dai dipendenti. «Abbiamo voluto - spiega il presidente Otmar Michaeler - un edificio funzionale, senza fronzoli. La facciata in ceramica è più conveniente rispetto ad una di vetro. La forma a zig-zag consente di prevedere un ambiente aperto, ma senza un mega-ufficio nel senso tradizionale del termine. Verranno realizzati ambienti piccoli anche perché prevedere una visuale che abbracciasse l’intera area era impossibile». Nella zona d’ingresso della nuova sede verrà allestita una filiale, come in passato. Ci sarà, poi, un bar comunicante con l’esterno. Prevista una sala conferenze con 150 posti a sedere, utilizzabile anche per eventi a carattere formativo. Nella parte centrale del fabbricato, a piano terra, ci sarà un asilo nido per i bimbi fino a 3 anni dei dipendenti ma anche dei lavoratori delle aziende limitrofe. Michaeler e il direttore generale Johannes Schneeberg hanno illustrato anche il nuovo progetto di ristrutturazione dell’ambiente di lavoro ribattezzato «Space4dialog». Si basa su spazi di lavoro aperti, dove lavoreranno fino a un massimo di 12 persone. Non ci saranno nemmeno uffici per un solo dipendente, nemmeno per il direttore generale. Prevista anche un’area per fare sport in pausa pranzo, oltre a docce e spogliatoi. Per i colloqui sono stati progettati diversi tipi di spazi: quick-check, multibox, “a tu per tu” e una sala creativa. «La nuova sede - conclude Schneeberg- sarà il simbolo dei nostri obiettivi strategici». (max)

©RIPRODUZIONE RISERVATA