IL SOCCORSO

Bimba di tre anni bloccata in casa, salvata dai vigili

Piangeva disperata e non riusciva ad aprire la porta. I vicini hanno dato l'allarme: il padre è arrivato poco dopo ma rischia una denuncia per abbandono di minore

LE FOTO DEL SOCCORSO

BOLZANO. E' rimasta bloccata in casa da sola e, non riuscendo ad aprire la porta di casa, si è messa a piangere disperata. Sono dovuti intervenire i vigili del fuoco con l'autoscala per recuperarla.

E' accaduto ieri mattina in una via del centro di Bolzano. L’allarme è scattato attorno alle 11.30 e a lanciarlo sono stati alcuni inquilini della palazzina.

Un appartamento al cui campanello non rispondeva nessuno. Qualche istante più tardi, è arrivato il papà della piccina, che ha riferito di essersi allontanato per alcuni minuti, ma non è stato in grado di aprire la porta d’accesso all’alloggio: probabilmente, la piccola, disperata, aveva infilato qualcosa nella serratura, mettendola fuori uso.

Per questo, è stato chiesto l’intervento delle forze dell’ordine e dei vigili del fuoco del corpo permanente di Bolzano, arrivati sul posto con l’autoscala. In pochi secondi, i pompieri sono saliti dall’esterno e hanno raggiunto l’appartamento da cui provenivano i pianti disperati della piccina e, dopo aver forzato una finestra, sono entrati nell’alloggio.

 All’interno, hanno trovato la bimba, incolume ma in preda al panico, e l’hanno riconsegnata al padre, anche lui molto turbato, che l’ha subito abbracciata e rincuorata. 

I carabinieri stanno valutando la posizione dell’uomo che, se venisse accertato un suo comportamento negligente, rischia una denuncia per abbandono di minore.