la lista civica 

Bizzo e Lillo, prima riunione La rabbia del centrodestra

BOLZANO. Non solo una lista per le provinciali, ma proprio un movimento politico. Ieri sera prima riunione del gruppo di Roberto Bizzo «Noi per l’Alto Adige» con i nuovi alleati Enrico Lillo e «Noi...

BOLZANO. Non solo una lista per le provinciali, ma proprio un movimento politico. Ieri sera prima riunione del gruppo di Roberto Bizzo «Noi per l’Alto Adige» con i nuovi alleati Enrico Lillo e «Noi con l’Italia» fondato da Raffaele Fitto, che si è aggiunto all’altro rappresentante del centrodestra Renato Stancher. «Lavoriamo al manifesto di questo movimento», anticipa Lillo. Polemiche a non finire ieri su Lillo, che ha scelto il gruppo degli ex Pd dopo avere partecipato alla campagna elettorale delle politiche nella alleanza di centrodestra. «Non commento nemmeno, i gesti parlano da soli», lo gela la deputata forzista Michaela Biancofiore. Indignato Marco Galateo (Fratelli d’Italia): «Dopo il vicesindaco di Brunico Stancher (eletto con una lista di centrodestra) anche Lillo va con Bizzo. Per la cronaca, l’operazione Bizzo serve al Pd per eleggere il secondo consigliere che con la lista Pd non riuscirà». Bizzo prosegue la campagna acquisti. Circola il nome di Antonio Bova, appena entrato in Forza Italia, che ha già rotto con Michaela Biancofiore. Il consigliere brissinese fa sapere: «No, non aderisco».