BOLZANO

Bolzano, distrutti vaccini per 51mila euro da un fulmine ad agosto

Una saetta ha mandato in tilt le celle frigorifere dell'Azienda Sanitaria: inutili i sistemi di protezione

BOLZANO. Lo dicono gli esperti e le nonne: “Attenti ai fulmini che possono danneggiare irreparabilmente gli elettrodomestici”. Se lo ricorderanno a lungo anche all'Azienda Sanitaria altotesina considerando che lo scorso 7 agosto una scarica elettrica di una saetta ha mandato in fumo 51mila euro. Il fulmine, infatti, ha letteralmente messo fuori uso le celle frigorifere che contenevano diversi vaccini. La vicenda è emersa grazie a un'interrogazione presentata dalla consigliera provinciale dei Freiheitlichen Ulli Mair. I responsaili hanno spiegato che a Bolzano non era presente il generatore d'emergenza. Esisterebbe, in realtà, un sistema di allarme capace di avvertire il personale del guasto, ma la saetta ha distrutto anche quello. Il che lo rende abbastanza inutile. Ai tecnici, dunque, non è rimasto altro che aprire la spazzatura e buttarci dentro i vaccini da 51mila euro. (a.c.)