IL CASO

Bolzano diventa "Bolzanistan": consigliere della Lega in tenuta da combattimento

Filippo Maturi posta su Facebook la sua foto come fosse in guerra: "La città è cambiata, colpa degli immigrati"

BOLZANO. Bolzano come Beirut. D'altra parte il primo a coniare il paragone è stato Matteo Salvini. Il consigliere comunale della Lega Nord Filippo Maturi si è fatto fotografare in tenuta da combattimento, elmetto in testa, davanti a un muro (finto) crivellato di colpi, con la scritta "Making news: live from Bolzanistan", e ha postato tutto sulla sua pagina Fecebook.

Come fosse un inviato di guerra in un paese del medio oriente. (Anche se nella foto assomiglia di più a un miliziano hezbollah)..

"Un anno fa la nostra città - scrive Maturi sui social a corredo della foto - è stata consegnata nella mani di coloro che l'hanno trasformata in ciò che è oggi: una città sempre meno sicura, dove stranieri si accoltellano in pieno centro alle 9 di mattina, si susseguono le risse tra immigrati, alcune zone sono diventate dormitori a cielo aperto, negozi centralissimi sono basi operative di spaccio su larga scala".

Immediata la reazione sui social tra pro e contro.E con una serie di "rielaborazioni" ironiche dell'immagine