bolzano

Bolzano, dopo tre anni senz’acqua rivive la fontana delle rane

Walcher: rimesso a norma tutto l’impianto elettrico, nella vasca 10 fari al led. Il Comune si sta preparando a sistemare le 10 fontane del cimitero di Oltrisarco

BOLZANO. In Comune non ne potevano più di rispondere alle lamentele dei bolzanini che volevano che tornasse a zampillare. Così si sono mossi. Con una spesa che oscilla tra i 5/6mila euro è tornata a “vivere” (da pochi giorni) la fontana di Piazza Stazione “quella delle rane”, che se ne stava malinconicamente a secco da circa tre anni.

L’assessore ai lavori pubblici - Luis Walcher - la guarda con una certa soddisfazione - ricorda le parole del presidente Arno Kompatscher che ha appena preso un provvedimento d’urgenza proprio per il risparmio d’acqua - e ricorda che la fontana adesso funziona con acqua potabile ma riciclata. Lo “spreco” è quindi contenuto. «I tecnici della Seab che hanno in carico la gestione di tutte le acque della città, ed anche di tutte le fontane che sono più di trenta a cui dobbiamo sommare anche altre 10 fontane del cimitero di Oltrisarco, hanno lavorato bene. Abbiamo dovuto rifare tutto l’impianto elettrico che non era più a norma. Il “quadro” è stato portato all’esterno ed all’interno della vasca sono stati inseriti dieci faretti al led». La fontana può tornare così a buttare acqua.

Walcher si augura che questa nuova vita possa essere dignitosa: «Mi appello alla buona educazione ed al senso civico di chi frequenta questo parco per sperare che venga rispettata». L’assessore non vuole vedere persone sedute sul bordo e con i piedi a bagno, nemmeno in questi che sono i giorni più afosi e caldi dell’estate. Fanno eccezione - come sempre - i piccoli. E non vuole ricordare lo stato pietoso in cui la vasca versava qualche mese fa quando sempre la Seab era dovuta intervenire per ripulirla visto che era stata riempita di immondizie.

Resta da capire come mai resta ormai da mesi a secco la fontana dei Legionari di Parco Petrarca - ristrutturata nel 2012 - a tutt’oggi spenta. I tecnici Seab spiegano che anche in questo caso si deve intervenire per risistemare l’impianto elettrico, ma che al momento i lavori non sono in calendario. A breve - invece - verranno risistemate le dieci fontane del cimitero che a tutt’oggi funzionano con una pompa per il ricciclo. Il sistema verrà sostituito e l’acqua sarà “a perdere” ma anche “a tempo”, sempre per evitare sprechi.

E adesso un elenco delle fontane della città. Iniziamo dalle 19 che hanno l’acqua potabile. Sono in Piazza Walther, Piazza Parrocchia, via Conciapelli, via Argentieri, Piazza Erbe, Via della Roggia- via Museo, via della Roggia, via Streiter, via Vintola, via Vanga, Via Cassa di Risparmio angolo via Talvera, Ponte Talvera (fontana di San Francesco davanti a Theiner), via Cadorna (Parco Petrarca), Piazza Mazzini, Piazza Tribunale, Piazza Matteotti, Piazza San Vigilio, via Claudia Augusta 42 e via Genova. E adesso le 16 fontane con acqua riciclata. Le troviamo in Piazza Walther, Piazza Adriano, Piazza Verdi (uscita Mayr Nusser), Piazza Stazione (le rane), Piazza Erbe (il Nettuno), Parco Petrarca (i legionari), Palazzo ducale, Parco di via Roen, Piazza Tribunale (le Naiadi), Piazza Verdi (fontana davanti al Teatro), Piazza S. Vigilio (gioco piccolo), Piazza Casagrande, Centro Lovera Aurora, Piazza Dodiciville, Parco Semirurali e laghetto di Parco Firmian.