Bressanone cresce: nel 2016 in aumento stranieri e anziani

I residenti sono a quota 21.535, 153 in più di un anno fa I parti sono stati 213, 820 i nuovi cittadini immigrati

di Fabio De Villa

BRESSANONE. Anziani e stranieri sono il motore della crescita demografica di Bressanone. Lo dicono i dati presentati di recente dall’ufficio anagrafe del comune della città vescovile, che sottolinea come gli over 65 siano sempre più numerosi seguiti dalla crescita degli stranieri. Anche le famiglie indigene comunque crescono, anche se in maniera meno netta rispetto al passato.

Ad oggi, sul territorio comunale di Bressanone vivono 21.535 persone, la maggior parte sono del gentile sesso: 11.136 le donne, quasi ottocento in più rispetto agli uomini, “fermi” a quota 10.399.

Il totale fa registrare un incremento di 153 nuovi cittadini, aumento che rientra negli standard di crescita della città, in quanto lo scorso anno il medesimo bilancio segnava un incremento di 151 unità.

Altro dato da sottolineare, l’aumento delle nascite: sono stati 213 i parti nell'anno appena trascorso, questa volta con una ripartizione che rivela una maggioranza di maschietti (115), rispetto alle 98 femminucce. I decessi invece sono stati rispettivamente 97 per gli uomini e 90 per le donne, valore questo, in sensibile calo anno dopo anno.

Un forte segnale che conferma la crescita dell’età media, un dato che a Bressanone ricalca l’andamento nazionale internazionale, andamento che in sede locale è possibile grazie all'evoluzione medica, alla buona qualità della vita e ai servizi dedicati dal comune agli over 65.

Un importante segnale arriva poi dai dati anagrafici relativi agli stranieri, che fanno registrare 820 nuove immigrazioni nella nostra città, con una maggioranza di donne: 425 femmine rispetto ai 395 uomini. Lo stesso valore riferito all’anno 2015 aveva mostrato invece un incremento di donne e uomini immigrati in numero uguale, per un totale di 802 unità.

Leggermente in diminuzioni le emigrazioni, ovvero le persone che scelgono di andarsene dalla cittadina vescovile e che nel 2016 sono state 693 rispetto alla 697 dell'anno 2015. In crescita le famiglie anagrafiche, che superano per la prima volta le 9000 unità, precisamente sono 9019, mentre sono ferme a 24 le convivenze anagrafiche.

Quanto alla popolazione straniera residente all'interno del comune, oggi a Bressanone si contano 2117 persone, ovvero il 9,76% del totale. I gruppi nazionali più popolosi sono quello germanico con 285 cittadini, seguito dagli albanesi con 253 unità; pakistani con 246 unità; macedoni con 119 unità; romeni con 116 unità, austriaci con 119 unità, cinesi con 94 unità e ucraini (87). Una crescita lenta ma costante che viene confermata per quasi tutte le etnie sopra citate nell’ordine di poche unità all'anno, eccetto per i nuovi cittadini provenienti dalla Repubblica cinese, che animano una vera e propria “invasione” con una crescita calcolata nell’ordine del 20% all'anno.

©RIPRODUZIONE RISERVATA