bolzano

Ciclabile Ponte Adige - Appiano, troppi pericoli per i ciclisti

Precarie le condizioni della staccionata di contenimento. E manca l'illuminazione. Il consigliere di circoscrizione Lillo chiede al Comune di intervenire

di Davide Pasquali

BOLZANO. Dopo la segnalazione da parte del giornale Alto Adige si muove anche la politica. Il consigliere si circoscrizione di Don Bosco, Enrico Lillo, ha presentato una interrogazione urgente riguardo alle precarie condizioni della ciclabile per Appiano.

"Da notizie di stampa - racconta Lillo - e a seguito di un sopralluogo effettuato personalmente ho rilevato che diversi tratti del tracciato della pista ciclabile che da ponte Adige porta ad Appiano sono in condizioni tali da destare preoccupazione per la sicurezza dei ciclisti e dei territori sottostanti la ciclabile stessa, che mostra diversi pezzi di legno rotti o mancanti, diversi sostegni dei montanti che reggono i legni delle staccionate si reggono in modo precario, essendo franato il terreno intorno".

La pista ciclabile, prosegue Lillo nel testo dell'interrogazione al presidente di circoscrizione, ha quindi necessità urgente di essere messa in sicurezza.

Tutto ciò premesso, Lillo chiede al consiglio di quartiere di impegnare il presidente "a far intervenire al più presto gli uffici competenti del Comune di Bolzano impegnando se necessario manche i fondi riservati al quartiere per le spese di investimento, per ripristinare la sicurezza su quella parte di pista ciclabile che insiste sul territorio della circoscrizione Don Bosco".

Chiede inoltre "di inserire nel documento delle zone da illuminare (lì dove possibile) i tratti della ciclabile sul territorio di competenza, non ancora illuminati, ovvero illuminati insufficientemente".

Infine, Lillo chiede di programmare, in tempi brevi, un sopralluogo, per verificare se anche altre piste ciclabili sul territorio di Don Bosco siano da risistemare.