BOLZANO

Concerto di Vasco in piazza a Bolzano, via libera al maxischermo

La Circoscrizione ha approvato la mozione di Foti. Musica in arrivo anche al parco Schweitzer

BOLZANO. Via libera al maxischermo in piazza Matteotti per il concerto di Vasco Rossi il primo di luglio. A Modena andrà in scena un evento da 220.000 persone (record in Italia) ma anche a Bolzano sono tanti i fan che non sono riusciti ad acquistare il biglietto. Ecco, dunque, che la Circoscrizione Europa Novacella ha approvato ieri la mozione presentata da Caterina Foti (Indipendente). «Abbiamo in mano un preventivo da 2.620 euro, 420 per la Siae e 2.200 per il service e il montaggio dello schermo. Il budget è ampio: lo abbiamo fissato a 10.000 euro».

La proposta è stata votata all’unanimità. «Ci sono delle oggettive difficoltà tecniche, logistiche e amministrative a realizzarlo nei tempi ma il consiglio si è espresso positivamente» ha puntualizzato la presidente Renata Tomi. Nel concreto tutto l’incartamento è stato inoltrato all’ufficio comunale al decentramento guidato da Manuela Angeli. La richiesta per le autorizzazioni avrà massima priorità e andrà concordata con la Questura. «Possiamo farcela, siamo anche disposti a garantire la sicurezza privata necessaria» chiude Foti.

Sempre ieri è stata approvata la proposta presentata da Corinna Lorenzi (Verdi) per organizzare dei piccoli concerti che sostengano la convivialità e la socialità degli abitanti nella zona del passaggio Nazim Hikmet. Via libera anche all’installazione di una fontanella in piazza Ziller. «È molto utilizzata dalle famiglie e dai proprietari dei cani. Cerchiamo di venire loro incontro - spiega Lorenzi - anche con la costruzione di un pergolato che garantisca un po’ di ombra».

Sospesa, invece, la mozione di Foti che chiedeva la costruzione di un cancello per chiudere il parco Schweitzer. «Dobbiamo prima avvalerci della consulenza di un geometra perchè il passaggio Hikmet porta a dei condomini privati. Dobbiamo trovare una soluzione per regolare le entrate e le uscite».

Presentati, infine, i progetti “Street Work Bz Educazione di strada” e “Hap, happening culturali nei quartieri”dall’assessore Sandro Repetto. (a.c.)