BOLZANO

Controlli dei Carabinieri in città: rinvenuti un coltello e droga

In un caso è stato individuato un uomo non in regola con i documenti di soggiorno

BOLZANO. Nel corso del tardo pomeriggio di ieri i Carabinieri della Sezione Radiomobile di Bolzano, nell’ambito di un servizio perlustrativo del territorio effettuato presso la zona dei giardini adiacenti la stazione ferroviaria, hanno notato la presenza di due soggetti, un tunisino classe 1993 ed un italiano classe 1994 residente a Bolzano, intenti a conversare fra loro con toni molto accesi. Hanno quindi deciso di procedere al loro controllo. L’italiano è risultato essere in possesso di un coltello di lunghezza complessiva di 28 cm mentre il cittadino tunisino non era in regola con i documenti di soggiorno.

Per il cittadino italiano è scattata immediata la denuncia alla Procura della Repubblica di Bolzano per il reato di possesso ingiustificato di arma da taglio, con il sequestro del grosso coltello, mentre il tunisino è stato deferito all’Autorità Giudiziaria, e segnalato alla Questura di Bolzano, per l’inosservanza alla Legge sull’immigrazione.

Sempre i Carabinieri di Bolzano della Sezione Radiomobile, nel corso della tarda serata di ieri, presso ponte Druso, hanno proceduto al controllo di un cittadino italiano classe 1979, il quale attirava l’attenzione dei militari in quanto procedeva a piedi con andatura incerta e barcollante. L’uomo, già noto alle Forze dell’Ordine, è stato trovato in possesso di una dose di sostanza stupefacente del tipo cocaina, che veniva sequestrata. Ne è scaturita la segnalazione al Commissariato del Governo di Bolzano quale consumatore, mentre la droga è stata trasmessa al Laboratorio Analisi Stupefacenti di Laives per essere analizzata.

Stessa sorte è toccata ad un cittadino tunisino, classe 1998. Quest’ultimo è stato controllato a Bolzano dai Carabinieri di Renon che lo hanno trovato in possesso di una dose di sostanza stupefacente del tipo hashish. Anche per lui è scattata la segnalazione al Commissariato del Governo di Bolzano quale assuntore, mentre la droga è stata trasmessa al Laboratorio Analisi Stupefacenti di Laives per le relative analisi.