BOLZANO

Depositato all’anagrafe il primo biotestamento 

Lo fa sapere l'assessore Gennaccaro: «Ieri mattina ci è stata consegnata la prima busta sigillata»

BOLZANO. È stato depositato all’anagrafe il primo biotestamento. E la data dell’8 febbraio 2018 entrerà nella storia di questa città per le prime volontà consegnate.

A poche settimane dalla sua approvazione definitiva è infatti realtà la legge sulle “dichiarazioni anticipate di trattamento” (Dat), grazie alla quale ogni cittadino può redigere e depositare un proprio testamento biologico, o biotestamento, con le indicazioni delle terapie sanitarie che intende o meno ricevere nel caso in cui non si sia più in grado di prendere decisioni o esprimere chiaramente la propria volontà.

Ovviamente sarà sempre possibile cambiare idea, modificare o annullare il biotestamento.