Furegon: «Sempre più difficile  trovare bagnini»

«Ogni anno - dice Alessandro Furegon, responsabile del lido gestito dalla srl Clean Solution - è sempre più difficile trovare bagnini. Questa volta abbiamo fatto ancora più difficoltà del solito»....

«Ogni anno - dice Alessandro Furegon, responsabile del lido gestito dalla srl Clean Solution - è sempre più difficile trovare bagnini. Questa volta abbiamo fatto ancora più difficoltà del solito». Nell’impianto di viale Trieste, dove nelle giornate di punta si arriva a sfiorare anche le 3 mila persone, lavorano a turno tra i 23 e i 24 bagnini. Nella stragrande maggioranza dei casi si tratta di studenti che approfittano della vacanze estive, per guadagnare qualcosa. «Ogni anno - spiega ancora Furegon che è anche maestro di salvamento - sono molti i giovani che ottengono il brevetto di assistente bagnanti. La legge prevede si possa avere dai 16 anni in su; noi però li prendiamo, per lavorare al lido, a partire dai 18. Nonostante quindi le persone con i requisiti ci siano, per noi è difficilissimo trovare personale».

I motivi? Sicuramente il fatto che l’impegno e la responsabilità richiesti sono notevoli ma le paghe basse. Per questo c’è chi integra dando qualche lezione di nuoto.