BOLZANO

Furti in casa, due maxi colpi nel giro di poche ore

Domenica presi di mira la casa del noto imprenditore Giancarlo Podini, dove i malviventi hanno scassinato la porta e messo a soqquadro l’intero alloggio, ed un appartamento in via Peter Mayr

BOLZANO. Prosegue la scia di furti in appartamento in città. I due ultimi colpi, quelli di cui è trapelata notizia almeno, fanno riferimento alla gornata di domenica (1 dicembre).

Il primo blitz lo hanno messo a segno in pieno giorno, tra le 12.30 e le 14 circa, il secondo nel pomeriggio, tra le 16 e le 18.30. In entrambe le situazioni, i banditi hanno mostrato grande abilità e sangue freddo. Hanno cominciato in via Isarco, nella casa del notissimo imprenditore bolzanino Giancarlo Podini e sono entrati in azione, dopo aver atteso che il proprietario uscisse a pranzo con i familiari. Dopo essere riusciti a introdursi nell’appartamento, scassinando la serratura della porta d’entrata, avrebbero prima preso a martellate l’allarme e, subito dopo, anche la cassaforte, senza però riuscire ad aprirla. 

L’altro assalto, quando ormai era buio, in via Peter Mayr, nel mirino dei delinquenti, l’appartamento della famiglia Bencivenga, al quarto piano di una palazzina. Il furto è stato messo a segno tra le 16 e le 18, nelle due ore in cui i padroni di casa si sono assentati. Per avere ragione del portoncino ed entrare nell’appartamento i malviventi devono aver usato mazzetta e punteruolo, facendo letteralmente saltare il cilindro della serratura, piegando perfino la lamiera del portoncino. Una volta dentro hanno rovistato armadi, cassetti e anche il frigorifero. Soldi non ne hanno trovati, ma hanno portato via catenine e anelli per un discreto valore, ancora in via di quantificazione. Grande, invece, era il valore affettivo degli oggetti rubati.