IL 17 MAGGIO

Giornata contro l'omotransfobia: a Bolzano numerose iniziative

Nella Biblioteca Firmian la mostra fotografica "Famiglie". In programma anche incontri e film a tema

BOLZANO. «Il 17 maggio, Giornata mondiale contro l'omotransfobia, rappresenta un'occasione nella quale rinnovare l'impegno contro le discriminazioni e le violenze di genere». Lo ha detto l'assessore comunale alla cultura e alle politiche sociali, Sandro Repetto, presentando le iniziative in programma nel capoluogo. Si tratta, ha aggiunto Repetto, di «un'opportunità per riflettere su una sfida complessa, che guarda ad una sensibilizzazione concreta, attraverso pratiche sociali inclusive con percorsi che coinvolgano anche le istituzioni, stigmatizzando ogni forma di omofobia».

Tra le iniziative, anche una mostra fotografica dedicata alla pluralità delle famiglie formate da persone dello stesso sesso, allestita presso la Biblioteca Firmian dal 17 al 25 maggio, il cui titolo è per l'appunto «Famiglie» aperta anche nelle giornate di sabato e domenica. Il comune di Bolzano, dal 2015, aderisce alla «Rete Nazionale delle Pubbliche Amministrazioni Anti Discriminazioni» per orientamento sessuale e identità di genere (Rete RE.A.DY).

Tra gli altri appuntamenti da segnalare giovedì 17 maggio alle ore 20.30 presso la Biblioteca della Donna in piazza Parrocchia la presentazione del libro di Andrea Simone "Due uomini e una culla" con l'autore intervistato dalla giornalista dell'Alto Adige Francesca Gonzato. Il tema trattato è quello dell'omogenitorialità, una realtà sempre più presente. Così come nel resto del Paese, anche l'Alto Adige affronta la sfida dell'inclusione dei nuovi nuclei familiari: questa presentazione è un tentativo di sensibilizzazione al tema, agli occhi sia delle istituzioni, ma soprattutto della cittadinanza.

Giovedì 31 maggio alle ore 18.00 al Centro Culturale Trevi di via Cappuccini presentazione del libro "Mio figlio in rosa" Ti senti maschio o femmina? Io mi sento io di e con Camilla Vivian intervistata dalla giornalista Monica Pietrangeli e la partecipazione di Arianna Miriam Fiumefreddo.

In programma anche serate cinematografiche. Tra queste da segnalare venerdì 18 maggio alle ore 20.45 per la Rassegna Centaurus al Cineforum Videodrome di via Roen la proiezione del film "Più buio di mezzanotte", mentre venerdì 25 maggio alla stessa ora proiezione del film "Bent" che racconta la tragedia dell'olocausto degli omosessuali, ambientato a Berlino nel 1934, quando iniziarono le persecuzioni dei gay.