Il premier Letta: Durni e Arno? Miei amici

BOLZANO. Letta-Svp, un rapporto consolidato. Ne ha parlato lo stesso premier Enrico Letta ieri alle olimpiadi di Sochi, ospite di «Casa Italia». La delegazione altoatesina è più che nutrita è le...

BOLZANO. Letta-Svp, un rapporto consolidato. Ne ha parlato lo stesso premier Enrico Letta ieri alle olimpiadi di Sochi, ospite di «Casa Italia». La delegazione altoatesina è più che nutrita è le domande, oltre che sullo sport (la sua passione per l’hockey), sono scivolate anche sulla politica. «In questi dieci mesi di governo ho avuto prima con Durni, adesso con Arno, un rapporto ottimo, che sono convinto continuerà», ha spiegato Letta, chiamando confidenzialmente sia l’ex presidente provinciale Luis Durnwalder, che l’attuale Arno Kompatscher.

«Sono sinceramente e profondamente legato», ha aggiunto il presidente del Consiglio, «alla specialità, all'autonomia. Abbiamo lavorato bene in questi mesi e sono convinto lavoreremo benissimo anche nei prossimi». Quando l'intervistatore Rai Südtirol fa notare al premier che tra gli atleti azzurri in Russia il 40% è altoatesino, Letta risponde con il tono di una battuta: »Se fanno di più, possiamo passare un po’ di autonomia fiscale in più: adesso ci penso». Il riferimento non è casuale: Provincia e Stato stanno avviando le trattative sull’applicazione della legge di stabilità, che prevede entro giugno la firma di intese sull’assunzione da parte della Provincia del finanziamento delle agenzie fiscali e del personale amministrativo della giustizia. Sullo sfondo c’è anche la revisione generale del sistema di finanziamento alla Provincia. Gli incontri tra tecnici sono iniziati questa settimana.

©RIPRODUZIONE RISERVATA