LA FESTA DELLA LIBERAZIONE

Kompatscher: "Dobbiamo difendere i valori della politica"

Tradizionali cortei nel capoluogo altoatesino per il 25 aprile

BOLZANO.  «La politica va rispettata, in quanto istituzione democratica, ma la politica deve anche farsi rispettare, dando il buon esempio». Lo ha detto il governatore altoatesino Arno Kompatscher, in occasione della Festa della Liberazione. «Sempre più cittadini non sembrano disposti a difendere la politica, in questo clima di scontento, mentre la libertà, la democrazia e il rispetto vanno difesi ogni giorno. Questo è il messaggio del 25 aprile».

A Bolzano il 25 aprile è stato ricordato con i due tradizionali cortei, guidati dal sindaco Renzo Caramaschi e dal vice sindaco Christoph Baur. Erano presenti i massimi rappresentanti politici e militari, come anche l'Anpi. Bolzano ospita oggi il primo «Trofeo della liberazione» per giovani ciclisti, dedicato alla memoria del Partigiano «Prua» ovvero di Corrado Pontalti, figura importante della resistenza al nazifascismo del Trentino Alto Adige nelle file combattenti del battaglione «Garlenda», scomparso nel 2016 alla età di 93 anni.