il progetto 

L’Anpi: «Ogni scuola adotti un partigiano e un monumento»

BOLZANO. L’Anpi «chiama» i giovani. «La memoria è nelle loro mani e con loro dobbiamo lavorare per contrastare il ritorno del fascismo e del razzismo», spiega il presidente Guido Margheri, che ieri...

BOLZANO. L’Anpi «chiama» i giovani. «La memoria è nelle loro mani e con loro dobbiamo lavorare per contrastare il ritorno del fascismo e del razzismo», spiega il presidente Guido Margheri, che ieri ha anticipato un progetto per le scuole che l’Anpi presenterà alla Provincia: «Ogni anno una scuola o più istituti adottino un luogo simbolico e collaborino all’ideazione delle celebrazioni. E poi c’è anche l’idea di “adottare” un personaggio della resistenza e della deportazione per rafforzare il ricordo».