La sfilata degli Schützen autorizzata dal sindaco

La decisione presa dopo il sì del questore e le rassicurazioni del comandante Sabato 12 dunque la posa della targa per la battaglia di Monte Benedetto

di Ezio Danieli

MERANO. La manifestazione degli Schützen, sabato 12 maggio proprio alla vigilia dell'adunata nazionale degli alpini, si farà. Il benestare è stato dato dal sindaco Günther Januth che si è assunto la responsabilità di autorizzarla pur in presenza, in giunta, dei 4 pareri contrari degli assessori di lingua italiana. Il sindaco ha preso la decisione dopo il sì del questore e le ampie assicurazioni avute dal comandante dei cappelli piumati meranesi . Non c'è stata alcuna votazione in giunta per evitare una divergenza di fondo che è comunque palese: Januth si è detto sicuro che gli Schützen, con la loro manifestazione, non rovineranno il clima di distensione che ci sarà anche in riva al Passirio dove, come noto, saranno presenti oltre 30 mila alpini che il giorno dopo, il 13 maggio, sfileranno a Bolzano.

«Ho avuto ampie garanzie che tutto si svolgerà in maniera tranquilla e senza provocazione alcuna - ha detto il sindaco - e quindi ho rilasciato l'autorizzazione, forte anche del parere favorevole espresso dal questore di Bolzano.Mi sono raccomandato che le vie di accesso alla passeggiata Tappeiner saranno dal versante di Tirolo per non incidere, in qualsiasi modo, su quanto accadrà in città in occasione dell'adunata delle penne nere».

Il sindaco, nella sua decisione, ha voluto avocare a sè la scelta dell'autorizzazione alla manifestazione: avesse deciso per una votazione, la delibera sarebbe comunque passata visti i cinque voti favorevoli dei rappresentanti della Svp e i quattro contrari degli assessori italiani. Tutti d'accodo invece, in seno all'amministrazione comunale, nell'autorizzare la concessione per l'occupazione del suolo pubblico per la sistemazione della targa ricordo della battaglia di Monte Benedetto: sarà in quattro lingue, compreso l'italiano, e sistemata su una cancellata realizzata dall'artista Margit Klammer.

Il comandante degli Schützen meranesi, Renato De Dorides, ha avuto modo di precisare che la targa sarà posta all'altezza della Polveriera per «ricordare i morti di quella battaglia fra i quali ci sono stati anche dei napoletani oltre agli Schützen che combatterono sotto la guida di Andreas Hofer». Lo stesso De Dorides ha garantito al sindaco che sabato sera 12 maggio «saremo 200, forse 300: sarà una cerimonia assolutamente pacifica e si concluderà con una piccola festa».

Contro la cerimonia programmata dai "cappelli piumati" proprio alla vigilia dell'adunata degli alpini si era schierato, un mese fa, il capogruppo dell'Ana cittadina Alfredo Torneri che l'ha intesa come «una sorta di provocazione nei confronti dei tanti alpini che arriverranno in città e nel circondario per prendere a parte all'adunata nazionale di Bolzano».

©RIPRODUZIONE RISERVATA