le elezioni provinciali 

La sinistra prepara la sua lista 

Obiettivo, i voti dei delusi di Pd e M5S. Sfumata l’alleanza con i Verdi

BOLZANO. La lista della sinistra si farà. La decisione è arrivata l’altra sera a larga maggioranza durante la nuova assemblea organizzata dai diversi partiti della sinistra, che rinunceranno a simboli e nomi. È sfumata del tutto l’ipotesi di proporre alcuni candidati all’interno della lista dei Verdi. Rilanciata da Riccardo Dello Sbarba durante l’assemblea dei Verdi, l’apertura della lista non si è concretizzata. «È troppo importante puntare sui temi del lavoro e la guerra alla destra neofascista», riassume Luca di Biasio (Sinistra-die Linke). Una lista di sinistra rischia di non eleggere un consigliere e proseguire nella tradizione dei voti dispersi a sinistra. Di Biasio rigetta l’accusa: «Non ruberemo voti al Pd, piuttosto daremo una possibilità ai loro elettori delusi e alle persone di sinistra che chiedono di avere un punto di riferimento. Ci piacerebbe invece, questo sì, portare via voti al Movimento 5 Stelle. Sono tante le persone di sinistra che si sono illuse e già si pentono di avere votato per il movimento di Di Maio», risponde Di Biasio. Sottolineano gli organizzatori: «Il presente che stiamo vivendo vede da una parte un governo cinico e a trazione leghista, dall'altra una società che è stata sostituita da un insieme di individualità, in cui ai richiami all'odio da parte di una classe politica irresponsabile, sempre più spesso fanno seguito azioni concrete di violenza e prevaricazione. La sinistra deve essere unita e deve avere la generosità e l’umiltà di piantare un seme e curarlo».