MATRIMONIO SPECIALE

Le nozze di Luca e Silvana: si realizza il sogno d'amore di due disabili. Che diventerà un film

Una storia di riscatto per due persone con la sindrome di Down che sono riuscite a conquistare un buon livello di autonomia

BOLZANO. Si sposano e il loro matrimonio diventerà un film. Luca e Silvana hanno entrambi la sindrome di Down. Ma nonostante la disabilità causata da quel cromosoma in più sono riusciti a conquistare un buon livello di autonomia. E oggi sono il simbolo del riscatto dalla disabilità e un messaggio di speranza per quanti si trovino a vivere situazioni simili.

«Il vestito l’ho già visto: sarà bianco, lungo e con lo strascico», dice Silvana, 43 anni. Il matrimonio con Luca, dieci anni di più, si celebrerà l’anno prossimo, molto probabilmente a primavera, nella chiesa di Regina Pacis dove il futuro sposo andava da piccolo con il padre.

Il merito di questa unione è anche di una madre - quella della futura sposa, perché Luca è orfano di entrambi i genitori - che a 24 anni con due lauree e tanti sogni da realizzare - si è trovata a crescere due figlie: Silvana e la sorella di pochi mesi più grande. L’obiettivo per il quale ha lavorato in questi anni è stato quello di riuscire a rendere il più indipendente possibile quella figlia speciale, sostenendo il suo desiderio di una vita autonoma e adesso il sogno del matrimonio con Luca.

«Un mese fa sono stata a Napoli con mia mamma e abbiamo fatto una bella festa assieme a parenti e amici: ho detto che andavo a vivere con Luca e che il prossimo anno invito tutti a Bolzano perché ci sposiamo», dice Silvana.
Assieme a loro c’era Stefano Lisci che ha filmato la gioia dell’annuncio e l’entusiasmo con cui parenti e amici lo hanno accolto.