maltempo

Marmolada, ucciso da un fulmine sulla ferrata

L'uomo stava percorrendo una via della Marmolada quando è stato colpito dal fulmine. Ferita anche la moglie

TRENTO. Incidente mortale sulla ferrata della Marmolada Cresta Ovest che porta a Punta Penìa, dove un escursionista romagnolo di 49 anni ha perso la vita colpito da un fulmine.

L'uomo stava percorrendo la celebre via ferrata insieme alla moglie. Giunto a circa tre quarti del percorso la coppia è stata avvolta da un violento temporale, con tuoni e fulmini. Purtroppo, essendo sulla cresta non hanno avuto modo di trovare riparo e un fulmine ha colpito in pieno l'uomo, ferendo agli arti inferiori la donna che, sotto shock, è riuscita lo stesso ha chiamare i soccorsi, telefonando al 112.

Allertata l'area operativa Trentino settentrionale del Soccorso alpino che ha chiesto l'intervento immediato di un elicottero dell'Aiut Alpin Dolomites. Dopo il temporale la zona della tragedia è stata spazzata da un forte vento che ha allontanato le nuvole, permettendo all'elicottero di raggiungere subito la zona della tragedia. Dopo alcuni tentativi a causa delle forti raffiche di vento, i tecnici di elisoccorso del soccorso alpino sono riusciti con il verricello a calarsi sulla ferrata, mettendo prima in salvo la ferita e poi recuperando la salma del marito.

La donna è stata trasportata in ospedale, mentre il corpo dello sfortunato escursionista è stata ricomposta nella camera mortuaria di Canazei.

Sempre oggi, intorno alle 14, una comitiva di 11 turisti che stava affrontando la traversata della Translagorai, giunta a Forcella Fravort è stata sorpresa da un violentissimo temporale che li ha costretti a chiamare i soccorsi. L'area operativa Trentino centrale ha quindi inviato sul posto delle squadre di terra del Soccorso alpino della Zzona Trentino centrale che raggiunti gli escursionisti li ha rifocillati con bevande calde. Domani mattina la comitiva, condizioni meteo permettendo, continuerà la traversata.