OPERE PUBBLICHE

Merano, nuovo look per il rione musicisti

In via Mozart marciapiede più largo e ciclabile spostata. In via Zandonai e via Haydn pavimentazione per ipovedenti

La giunta comunale di Merano ha approvato lo studio di fattibilità per la risistemazione di via Mozart, via Zandonai e via Haydn, tre strade situate nel rione musicisti. Il progetto esecutivo verrà elaborato ancora nel corso di quest'anno, a seguire verrà pubblicato il bando di gara per l'assegnazione dell'appalto.

Lo scorso anno Alperia aveva posato nel rione musicisti le tubature del teleriscaldamento e rinnovato provvisoriamente la pavimentazione stradale. "Vogliamo ora cogliere l'occasione per valorizzare maggiormente queste strade", ha spiegato il sindaco Paul Rösch. Il rione musicisti acquisterà un nuovo look: la via Mozart, utilizzata a senso unico dalle auto, rimarrà anche in futuro l'asse principale, ma verrà dato più spazio ai pedoni. "Vogliamo rendere le strade di questo quartiere più sicure e un luogo piacevole ove soffermarsi", ha sottolineato l'assessore Rohrer. I marciapiedi, attualmente piuttosto stretti, verranno ampliati fino a una larghezza di due metri (in via Mozart fino a due metri e mezzo). Verranno mantenuti, su un lato di via Mozart, i parcheggi attualmente disponibili e verranno installati sulla sede stradale elementi dissuasori per rendere più sicuri gli accessi privati. I ciclisti che oggi percorrono "contromano" via Mozart verranno in futuro deviatii lungo via Donizetti, che "viene utilizzata esclusivamente dai frontisti e offre quindi maggiore spazio e più sicurezza per gli utenti dei mezzi a pedalil", ha spiegato Rohrer.

Di via Zandonai e via Haydn verrà invece accentuato il carattere residenziale: qui infatti marciapiedi e sede stradale saranno sullo stesso piano e contraddistinti solo da elementi ottici, così da eliminare anche le barriere architettoniche. Al posto dei cubetti di porfido, lungo i marciapiedi verrà posata una speciale pavimentazione antiscivolo. "Contemporaneamente - ha aggiunto l'assessore Zanella - verranno effettuati importanti lavori alle infrastrutture. Verranno sostituite ad esempio le caditoie e anche le superfici stradali verranno riassettate nella loro inclinazione, in modo da garantire un ottimale deflusso dell'acqua piovana. Sono previsti anche interventi per migliorare la pubblica illuminazione".

Il costo complessivo dell'operazione - secondo le stime dell'ingegner Dietmar Kröss, che ha elaborato lo studio - ammonta a 377.000 euro.