Oggi si benedice la nuova campana

La cerimonia in chiesa a San Giacomo, per poi unirla alle tre già sul campanile

LAIVES. Questa mattina, alle 9.30, in chiesa a San Giacomo viene benedetta la nuova campana, fusa qualche settimana fa a Innsbruck, in Austria, e che verrà poi installata in cima al campanile della chiesetta-simbolo dell'abitato che si trova su una collinetta. L'evento sancisce anche la sostanziale conclusione dei lunghi lavori di restauro della chiesetta medievale portati a compimento da un comitato, in collaborazione con la parrocchia. Questa nuova campana, pesante alcuni quintali, si aggiungerà alle tre già esistenti sul campanile e contribuirà a riequilibrare il suono complessivo dei rintocchi, dando l'intonazione giusta, quella denominata "C2", sull'intonazione di "Ave Maria" e “Christus Vincit". Sulla stessa campana è incisa la frase in latino che dice "Grande è chi serve i piccoli", richiamo all'affresco di San Cristoforo che un tempo ornava la facciata principale della chiesa (dipinto nel 1495, staccato nel 1905 e oggi al Museo di Bolzano) e accompagnava i pellegrini diretti verso Santiago de Compostela che transitavano proprio da lì. «Per le operazioni di restauro - ricorda Robert Tezzele, componente del comitato che ha seguito l'operazione fin dall'inizio per conto della parrocchia di San Giacomo - sono state abbastanza impegnative, ma hanno consentito di risanare uno dei monumenti più significativi dell'intero territorio di Laives. Ringraziamo tutti coloro che hanno contribuito al raggiungimento del risultato».(b.c.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA