Piove, 35 interventi dei pompieri 

Il temporale fa crollare la temperatura da 31 a 20 gradi. Val di Fassa, Moena isolata

BOLZANO. In un’ora, la temperatura registrata in città ieri pomeriggio è letteralmente crollata da 31 a 20 gradi centigradi. In tre ore, sempre ieri pomeriggio, sulla nostra provincia sono caduti oltre duemila fulmini. Due indizi inequivocabili di un temporalone di grandi dimensioni che ha letteralmente messo in ammollo mezzo Alto Adige e in particolare la conca bolzanina. In molte località in quota ha anche grandinato, come per esempio a San Genesio e in val d’Ega. È stato soprattutto un pomeriggio di grande lavoro non solo per il corpo permanente dei vigili del fuoco del capoluogo ma pure per i volontari dei corpi di Gries, di Oltrisarco Aslago e di Bolzano centro. In totale la centrale dei pompieri solo nella nostra città ha coordinato trentacinque interventi nel giro di poco più di tre ore, a partire dalle 16 e 15 e fino alle 19 e 45. Si è trattato soprattutto di porre rimedio ai danni causati dall’acqua ma anche dal forte vento che ha colpito la nostra città. Come testimoniano le foto qui pubblicate, scattate dai volontari bolzanini, si è intervenuti per tamponare allagamenti, per smottamenti, alberi caduti come accaduto in Zona, tende con struttura in metallo precipitate sulla provinciale in zona Cactus eccetera.

Gravissimi danni in Trentino, soprattutto in val di Fassa: Moena è praticamente isolata, travolta da grandine, acqua e fango nel pomeriggio di ieri: 50 le persone evacuate.