La Provincia 

Ricerca e innovazione, nuove misure

Bolzano. Più risorse per le imprese, rafforzamento degli scambi internazionali per ricercatori e istituzioni, nuovi laboratori al Noi Techpark: guardano al futuro le misure del Programma provinciale...

Bolzano. Più risorse per le imprese, rafforzamento degli scambi internazionali per ricercatori e istituzioni, nuovi laboratori al Noi Techpark: guardano al futuro le misure del Programma provinciale 2019 per la ricerca e l’innovazione che di recente sono state discusse nella riunione annuale della Consulta per la ricerca e l’innovazione nominata a marzo.

Le misure concrete per l’Alto Adige di domani riguardano l’espansione del Noi Techpark come campus dell'innovazione, sedi dell’istituto di biomedicina di Eurac e della nuova facoltà di Ingegneria di unibz, lo sviluppo di competenze per l’innovazione, il fondo per la ricerca. "Da quest’anno abbiamo scelto di sostenere anche soggiorni di studio e ricerca all’estero di breve durata. Vogliamo così integrare la Nuova strategia per la ricerca – finanziata con 4 milioni di euro anche nel 2019 – per fare dell’Alto Adige un polo internazionale dell'innovazione. Le nostre politiche sempre più avranno come filo conduttore i temi della sostenibilità, del cambiamento climatico e il megatrend "salute" in linea con quanto stabilito nel nostro "Patto per l'Alto Adige" stabilito nella nostra clausura di giunta" ha spiegato il presidente della Provincia.

Da quest’anno alla Consulta partecipano i responsabili dei progetti del Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale (Fesr) grazie al quale dal 2015 a oggi sono stati destinati 32 milioni di euro che hanno finanziato 59 progetti. Focus anche sulle imprese private, che l’anno scorso hanno fatto registrare un record di richieste di aiuto: 255 domande per oltre 60 milioni di euro investimenti sul territorio - dei quali 17,3 finanziati dalla Provincia. "Il bando 2018 per la capitalizzazione delle imprese innovative, cui hanno risposto 15 aziende e che verrà riproposto nel 2019, ha avuto un ottimo successo" spiega il direttore della Ripartizione innovazione, ricerca e università Vito Zingerle.

Il luogo simbolo dell’integrazione fra ricerca e imprese è il Noi Techpark, che oggi ospita 70 aziende e 30 laboratori, con una nuova sede a Brunico per l’automotive operativa dal 2021.