«Sanità in condizioni inaccettabili» 

La lista di Alto Adige nel cuore-Fratelli d’Italia: più vantaggi da energia e A22

BOLZANO. Appuntamento davanti all’ospedale. Anche per Alto Adige nel cuore-Fratelli d’Italia lo stato della sanità altoatesina e dell’ospedale cittadino saranno punti fissi della campagna elettorale. Ieri mattina nel piazzale del parcheggio del San Maurizio presentazione della lista «Alto Adige nel cuore-Fratelli d'Italia-Civici ed indipendenti Uniti». Un nome lungo che unisce i due movimenti, uno locale e l’altro nazionale, più candidati indipendenti o che arrivano da liste civiche. È un modo per ricordare di nuovo, dice il capolista Alessandro Urzì, «che il centrodestra avrebbe dovuto correre da solo. Il no della Lega ha provocato a cascata anche gli altri. Noi comunque un segnale di unità lo diamo». Nella testa di lista ci sono i consiglieri eletti, poi gli altri candidati in ordine alfabetico. Al terzo posto Marco Galateo, coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia. Nei prossimi giorni presenteranno il programma. Urzì, che corre per la quinta elezione in consiglio provinciale, anticipa alcuni temi: «Prima di tutto la sanità: sono inaccettabili le condizioni del pronto soccorso di Bolzano e la lunghezza delle liste di attesa. Non vogliamo solo protestare, siamo disponibili a dialogare sulle grandi opere, sul costo della vita, sulla sburocratizzazione e sull’energia: il controllo delle centrali non sta portando benefici nelle tasche dei cittadini. Lo stesso vale per la A22: se verrà confermata la gestione pubblica, i cittadini che subiscono le ripercussioni ambientali ricevano una vignetta annuale. E poi sempre la difesa della identità dei gruppi linguistici». 15 le donne in lista.

I NOMI. Questa la lista: Alessandro Urzì, Alessandro Forest, Marco Galateo, Valerio Lavorgna, Giuseppe Sabatelli, Diego Salvadori, Cristina Barchetti, Fabrizio Bassighini, Mirko Bonetti, Anna Brando, Ornella Calcagno, Tiziano Curci, Simona Fermanelli, Melanie Franzelin Antuono, Gabriella Lenzi, Michele Leone, Andrea Lucci, Danila Maruca, Mauro Morato, Christina Moro, Tritan (Tani) Myftiu, Raffaele Naccarato, Rosanna Oliveri, Manuela Paparella di Palma, Francesca Perri, Sergio Pomalo, Alfonso Ponticelli, Aron Scuttari, Salvatore Segnin, Stefano Stagni, Lara Stolcis, Donatella Tigani, Jasmin Veronese, Paola Zampieri, Maria Zancarli.