Scatta l’emergenza, libri in salvo 

Alluvione simulata e convegno sulla salvaguardia degli archivi alla «Civil Protect»

BOLZANO. Attenti ai libri. In un Paese come l’Italia, ad altissima densità di beni artistici e fragilità idrogeologica, la fiera Civil Protect aprirà quest’anno a Bolzano uno spaccato sugli interventi per salvare archivi, quadri e biblioteche in caso di calamità. Focus anche sulle opere di prevenzione. E si chiama «Sos archivi» l’associazione che il 24 marzo in Fiera (ore 10-16.30, sala Cevedale) organizzerà il seminario «La salvaguardia e la tutela dei beni culturali. Esperienze dentro e fuori i confini dell’Alto Adige». Accanto alla parte teorica, con le relazioni di esperti, è prevista una esercitazione nel pomeriggio. «Simuleremo una inondazione, con la dimostrazione pratica di salvataggio di beni librari e archivistici con le restauratrici Hellen Pittino e Valeria Arena», anticipa Massimo Cruciotti, presidente di Sos archivi, «La nostra associazione, fondata a Roma nel 2009, ha aperto una sede anche a Bolzano». Tra le attività dell’associazione, la consulenza per i piani di emergenza, riferisce Cruciotti, «dall’organizzazione della catena di comando, dal custode che dà l’allarme al coordinamento con la protezione civile, alla procedura per la catalogazione dei beni, prima che vengano messi in salvo». Questo il programma del workshop: dopo i saluti di Massimo Cruciotti, Rudolf Pollinger (direttore Agenzia per la protezione civile della Provincia di Bolzano), Karin Dalla Torre (direttrice Musei provinciali Alto Adige) e Giovanna Giubbini (direttore della Soprintendenza archivistica e bibliografica del Veneto e del Trentino Alto Adige), si proseguirà, con la moderazione di Cristina Ferretti (direttrice di Qui Media), con gli interventi di Tiziana Maffei (presidente Icom Italia), Giovanna Fogliardi (responsabile Sa di Trento), Christine Roilo (direttrice Archivio provinciale Bolzano), Ernst Pryer (Ex comandante vigili del fuoco di Bolzano), Andrea Battagin (Musei provinciali Altoatesini), Anna Kaiser (Donau-Universität Krems), Stefano Bergonzini (Nato Stability Policing Subject Matter Expert), Stefano Allegrezza (Università di Bologna), Vanni Resta (Progetto Storm), Rosmarie DeWit (Zentralanstalt für Meteorologie und Geodynamik). Per leggere il programma e per iscriversi gratuitamente: www.sosarchivi.it/convegno-sosarchivi-civilprotect-2018-ita.