IL SONDAGGIO

Svp, Kompatscher piace più agli italiani che ai tedeschi

Il presidente della Provincia precede tutti gli altri candidati della Stella alpina con il 70%. Dietro di lui Achammer e Alfreider

 

TUTTI I PARTICOLARI SUL GIORNALE IN EDICOLA

BOLZANO.  Arno Kompatscher svetta in termini di gradimento su tutti gli altri candidati Svp, con il 70%. Ma il dato che stupisce di più è che il presidente della Provincia piace più agli italiani intervistati che ai sudtirolesi: 76% i primi, 10 punti in meno i secondi.

Lo dicono i risultati del sondaggio commissionato dai giornali Alto Adige, Dolomiten e Zett in vista delle elezioni provinciali del 21 ottobre. Il sondaggio è stato effettuato tra il 10 e il 24 luglio 2018 attraverso interviste telefoniche. Gli intervistati sono stati 1059, dei tre gruppi linguistici.


«Mi dica se questo candidato/candidata, per lei è votabile?» (ovvero quale dei candidati Svp ha possibilità di essere eletto): questa la domanda posta con riferimento specifico alla lista della Stella alpina che si presenta con tre grandi assenti. Gli attuali assessori Martha Stocker, Richard Theiner e Florian Mussner hanno deciso di non ricandidarsi. 
Nel caso del presidente uscente della Provincia c’è un 70% che risponde “senza dubbio sì”, cui si aggiunge un altro 28% che risponde con un più cauto “forse”. 


Dietro a Kompatscher troviamo l’Obmann Philipp Achammer (48% ) che nel 2023 - ma forse è prematuro fare previsioni di qui ai prossimi cinque anni - potrebbe puntare a prendere il suo posto alla guida della Provincia.


Al terzo posto, dietro i due big, Daniel Alfreider, l’ex deputato badiota. C’è un 43% che si esprime a suo favore. Con quattro punti in meno di Alfreider, l’assessore Arnold Schuler (39%), espressione del mondo dei contadini, e subito a ruota l’assessora Waltraud Deeg (37%): entrambi piacciono più agli intervistati di lingua tedesca che a quelli di lingua italiana. 


Ma la vera sorpresa del sondaggio è Franz Kompatscher il sindaco di Brennero che si piazza al settimo posto con il 35% a pari merito con la consigliera uscente Magdalena Amhof.

TUTTI I PARTICOLARI SUL GIORNALE IN EDICOLA