Teatro delle Muse, corsa per riaprirlo

L’assicurazione non paga i danni, il consiglio parrocchiale si rivolge al Comune e alla Provincia

Chiuso da parecchio tempo a causa di un malaugurato allagamento, il Teatro delle Muse di Pineta, proprietà della locale parrocchia, è sempre al centro dell'attenzione. Recentemente anche il comitato civico di Pineta ne ha accennato chiedendo al Comune di Laives di fare tutto il possibile per riaprirlo. Spiega a sua volta la parrocchia di Pineta: «Dopo aver ricevuto dall'assicurazione il non riconoscimento di alcun tipo di risarcimento per il danno subito, venne contattata la precedente giunta comunale (sindaco Liliana Di Fede) per trovare un accordo di collaborazione economica affinché si potesse rendere nuovamente agibile il teatro stesso. Tale giunta intraprese i primi passi coinvolgendo anche l'assessorato alla cultura della Provincia. Con la nuova giunta comunale quindi riprenderemo il dialogo collaborativo. Anche questa giunta - prosegue la nota - si sta dimostrando attenta e partecipe nel voler rendere utilizzabile al più presto il teatro. Riteniamo quindi che la situazione, seppur delicata, continui ad essere al momento gestibile dal Consiglio per gli affari economici e dal Consiglio pastorale parrocchiale della Parrocchia stessa, guidati dal parroco e decano don Walter Visintainer, assieme agli organi istituzionali del Comune, della Provincia e della Curia». Stando così le cose - par di capire - la soluzione dovrebbe arrivare in tempi ragionevoli. (bc)