Via Garibaldi, ennesima zuffa in strada  

Un filmato con le botte tra due ragazzi tra i passanti: l’arrivo della polizia ha forse evitato il peggio

BOLZANO. Scene di ordinaria violenza, quelle girate ieri pomeriggio, in via Garibaldi, a pochi passi dalla stazione ferroviaria e di fronte all’entrata della stazione degli autobus, dal meranese Jimmy Milanese, che si trovava a passare di lì per caso. Nelle immagini si vedono tre giovani neri che discutono animatamente sul lato opposto all’autostazione. La tensione è alta e la discussione non si placa nemmeno quando, spingendo una bicicletta, una ragazza è costretta a passare tra i contendenti. Poi, uno dei ragazzi attraversa di corsa la strada e cercare di infilarsi nell’androne che dà accesso al grande piazzale dell’autostazione. Forse un tentativo di mettersi al riparo, ma comunque un tentativo fallito perché, dietro di lui, arriva il contendente, con un borsello a tracolla, che afferra per la maglietta e gli impedisce di fuggire. Ne nasce una colluttazione “soft”, con i due giovani che urlano, si strattonano e si spingono, da una parte all’altra dell’entrata, davanti agli occhi di passanti e titolari di attività commerciali. Quello più aggressivo ha anche il tempo di minacciare Milanese che, con sangue freddo e telefonino alla mano, riprendeva l’intera scena. Non si sa perché i due si stiano affrontando, ma, come accade sempre in simili situazioni e come è accaduto non più tardi di sabato sera davanti alla mensa Caritas di via Perathoner, con un trentacinquenne marocchino ferito gravemente al collo con il coccio di una bottiglia, c’è il timore che la situazione possa degenerare. A evitarlo, il puntuale arrivo degli agenti di una pattuglia della Squadra volanti della questura, seguiti poi da una pattuglia della polizia municipale. Il personale in divisa, non senza difficoltà, ha diviso i due recalcitranti “lottatori”, prima che potessero farsi del male.

GUARDA IL VIDEOWWW.ALTOADIGE.IT