Il Comune riunisce i servizi demografici in piazza Hueber 

L’ufficio di Stato civile lascia gli spazi occupati in municipio L’amministrazione: «Vantaggi per cittadini e operatori»

di Tiziana Campagnoli

BRESSANONE. Tutti i servizi demografici del Comune di Bressanone da fine novembre saranno riuniti sotto un unico tetto. Da alcune settimane, al pianoterra del palazzo comunale in piazza Maria Hueber sono in corso i lavori di adattamento per creare spazio sufficiente per tutti i collaboratori dello Sportello del cittadino, dell’anagrafe e dell’ufficio stato civile. Dopo l’anagrafe, trasferitasi nell’edificio ex-posta due anni fa, tocca all’ufficio stato civile, finora collocato al pianterreno del municipio in piazza Duomo.

La vice segretaria del Comune Irmgard Frötscher, alla presenza dell’assessore competente Paula Bacher, ha sottolineato come la riunione dei servizi demografici sotto un unico tetto possa portare vantaggi a tutti: alla cittadinanza così come ai collaboratori, che grazie alla vicinanza degli uffici potranno collaborare in modo più sinergico.

Ed è in arrivo un’altra novità, la carta d’identità elettronica. “Allo sportello del cittadino sono in corso i preparativi per l’introduzione della carta d’identità elettronica – spiega Frötscher - Il Comune è ancora in attesa delle apparecchiature del ministero degli interni e della modulistica bilingue. Appena saranno arrivati si partirà con il servizio. Poiché il rilascio della carta d’identità elettronica richiederà un po‘ di tempo, inizialmente i tempi saranno di 30 minuti ma poi diminuiranno. I cittadini dovranno fissare un appuntamento prima di recarsi allo sportello. Gli appuntamenti potranno essere concordati appena sussisteranno i presupposti tecnici per il rilascio della carta”.

E ci saranno novità anche nei giorni destinati ai vari servizi demografici. “Lo Sportello del cittadino è uno degli uffici più frequentati del Comune con una media di 130 utenti al giorno, sabato incluso – conclude Frötscher - I cittadini apprezzano cordialità e professionalità dei collaboratori. Le frequenze variano in base alla stagione: picchi sono ad esempio registrati prima dei periodi di vacanza quando molti cittadini rinnovano la loro carta d’identità. Apprezzata è anche l’apertura al sabato mattina, introdotta nel 2008. Con la carta d’identità elettronica, il Comune riorganizzerà il servizio per garantire un’evasione rapida e snella delle richieste. Così, il sabato mattina sarà dedicato al rilascio delle carte d’identità (quelle elettroniche solo su appuntamento) e di certificazioni come lo stato di famiglia, certificati di residenza o di nascita, mentre gli altri servizi potranno essere richiesti da lunedì a venerdì”. Anche in futuro ogni sabato allo sportello sarà presente una collaboratrice dell’ufficio Stato civile per il rilascio di certificati di morte e informazioni varie.

©RIPRODUZIONE RISERVATA