Racines, arriva l’ok all’ampliamento della cava di marmo 

RACINES. La giunta provinciale ha approvato il progetto per l’ampliamento del sito di coltivazione di marmo Kristallina e Pardaun a Mareiter Stein nel comune di Racines alle condizioni imposte dal...

RACINES. La giunta provinciale ha approvato il progetto per l’ampliamento del sito di coltivazione di marmo Kristallina e Pardaun a Mareiter Stein nel comune di Racines alle condizioni imposte dal comitato ambientale. Questo ha richiesto che per lo scarico nel rio di Racines all’imbocco della galleria Pratone "devono essere rispettati i valori limite di emissione fissati dalla legge provinciale del 18 giugno 2002, n. 8". Inoltre, "non possono essere utilizzati detersivi durante il lavaggio dei automezzi" e "deve essere garantita un’adeguata manutenzione degli impianti". Ancora, "i depositi di liquidi inquinanti devono rispondere alle norme di cui all’articolo 45 della stessa legge provinciale 2002, n. 8 (con vasca o locale di contenimento, serbatoi a doppia parete, ecc.)" e "almeno ogni 6 mesi va effettuata la misurazione del volume di fango e dello spessore dei liquidi leggeri. Inoltre, lo svuotamento e lo smaltimento del fango e del liquido leggero da parte di un’impresa specializzata vanno effettuati quando si raggiunge il 50% del volume disponibile per il fango o l’80% della capacità di accumulo di liquido leggero”.

"Lo studio idrogeologico – segnala la delibera della giunta provinciale - non esclude conseguenze sulla portata delle sorgenti esistenti derivanti dall’attività estrattiva: il loro monitoraggio eseguito d’intesa con l’Ufficio Gestione risorse idriche deve essere pertanto accompagnato da rilievo e osservazione naturalistica delle stazioni sorgentifere e delle aree umide d’intesa con l’Ufficio Ecologia del paesaggio”.

Quale misura di compensazione ecologico – paesaggistica verranno eseguiti interventi di manutenzione nei biotopi e nei siti protetti del Mareiter Bach in accordo con l’Ispettorato Forestale di Vipiteno per un importo di 20.000 euro. "In base alla gestione delle acque dalla galleria verso Pardaun – continua la delibera provinciale - viene previsto un drenaggio del versante settentrionale del tratto montuoso Mareiter Stein. Per verificare l’impatto su risorse e utenze idriche presenti deve essere effettuato un monitoraggio a partire dal 2019 con una serie di misurazioni di almeno tre sorgenti e corsi d’acqua naturali all’origine”.