Val d’Isarco, fiera dell’economia con 50 espositori

chiusa. Dal 24 al 26 maggio 2019 l’area produttiva Prato dell’Ospizio di Chiusa ospiterà la seconda edizione delle giornate dell’economia della Val d’Isarco. L’organizzazione sta procedendo a pieno...

chiusa. Dal 24 al 26 maggio 2019 l’area produttiva Prato dell’Ospizio di Chiusa ospiterà la seconda edizione delle giornate dell’economia della Val d’Isarco. L’organizzazione sta procedendo a pieno regime e sono già circa cinquanta gli espositori che si sono iscritti all’evento.

Tra poco più di due mesi la seconda edizione di Ewita (le giornate dell’economia della Val d’Isarco) prenderà il via. L’appuntamento per quest’anno è per l’ultimo fine settimana del mese di maggio nell’area produttiva Prato dell’Ospizio di Chiusa.

Ad esporre i propri prodotti ed i propri servizi saranno complessivamente alcune decine di espositori provenienti dal locale circondario ed appartenenti ai comparti di artigianato, commercio, agricoltura e gastronomia.

La macchina organizzativa è già stata portata a pieni giri e proprio per questo il comitato organizzatore ha invitato di recente gli espositori e gli interessati alla prima riunione dedicata ai protagonisti dell’evento. Alle aziende sono stati presentati l’intero concetto della fiera ed il programma collaterale, nonché la suddivisione degli stand ed il piano media.

«La fiera dell’economia rappresenta un’opportunità ideale per mostrare a tutti i cittadini interessati l’attività economica esistente in Val d’Isarco – ha affermato il presidente del comitato organizzatore Christian Hofer -. L’obiettivo è quello di mostrare ai visitatori la nostra variegata offerta di prestazioni, avvicinandoli ai mestieri pratici ed alle loro peculiarità»

La fiera ewita 2019 sarà caratterizzata anche da animazione per bambini, specialità culinarie e musica dal vivo, il tutto con ingresso libero. L’evento verrà organizzato da lvh.apa Confartigianato Imprese di concerto con la Cooperativa Economica di Chiusa. Si tratta, dunque, soprattutto di una preziosa vetrina per l’economia locale che ha la possibilità di farsi conoscere anche da un pubblico diverso da quello abituale e quindi per molte pmi questo significa poter ampliare il proprio portafoglio clienti, nel breve ma anche nel medio-lungo periodo.F.D.V.

©RIPRODUZIONE RISERVATA.