Zaino equosolidale, l’Oew incorona i ragazzi di Laives 

Il concorso. La proposta della 3C della media alle porte di Bolzano vince nella categoria Gruppi Tra i singoli l’organizzazione brissinese ha scelto il disegno presentato dal pusterese Paul Hofer

Bressanone. Le Botteghe del Mondo altoatesine e l’ “oew, Organizzazione per un mondo solidale” di Bressanone avevano raccolto la partecipazione di 180 giovani al concorso che invitava a disegnare la grafica per uno zainetto al motto “Pensa in modo globale” e sabato, alla festa delle Botteghe del mondo, hanno scelto i vincitori. Nella categoria “gruppi” ha vinto la classe 3C della scuola media di Laives, il primo posto nella categoria “singoli” è stato assegnato a Paul Hofer di San Giovanni in Valle Aurina.

Studenti e studentesse delle scuole medie si sono impegnati negli ultimi mesi a creare e dipingere i loro design sugli zainetti. Hanno pensato al commercio equo e solidale e hanno messo le loro idee in azione: 104 zainetti sono stati presentati nella categoria “gruppi” e 76 zainetti in cotone sono stati messi a confronto e sottoposti alle valutazioni della giuria nella categoria “singoli”. Adesso, la borsa della classe vincitrice è stata stampata e sarà venduta nelle Botteghe del Mondo.

Inoltre, la classe 3C della scuola media di Laives la prossima settimana avrà la possibilità di passare due giorni nel Jungscharhaus di San Lugano ospite delle Botteghe del Mondo Alto Adige e dell’oew Organizzazione per un mondo solidale.

Anche la classe arrivata al secondo posto viene da Laives, è la 3B della scuola media locale. Le due classi hanno realizzato gli zainetti sotto la direzione della loro insegnante Viola Daubenspeck. Il terzo posto è stato assegnato alla classe 2B della scuola media “P. Rosegger” di Merano, sotto la guida dell’insegnante Laura Zindaco.

Nella categoria “singoli”, dietro Paul Hofer si sono piazzate Valeska Rieder al secondo posto e Heike Sölva terza.

La giuria, composta da cinque membri aventi diversi background lavorativi, è stata positivamente sorpresa dall’impegno dei giovani partecipanti. Le idee creative e la realizzazione precisa hanno convinto tutti e i giovani vincitori sono stati premiati con prodotti del commercio equo e solidale.

Alla festa di sabato a Egna erano presenti 13 delle 15 Botteghe del Mondo altoatesine. Hanno offerto una rassegna dei loro prodotti in vendita e in degustazione. Il catering sotto i portici è stato preparato dalla seconda classe della Scuola professionale per l’economia domestica e agroalimentare di Egna con prodotti esclusivamente equosolidali e locali.

Il più grande mercato fair trade in Alto Adige si è messo in vetrina in un contorno di animazioni per bambini, catering con prodotti del commercio equo, musica sudamericana e ha ospitato la premiazione per il Fair Trend Design Contest di quest’anno. Tutti ingredienti che hanno colorato la celebrazione altoatesina della giornata internazionale del commercio equosolidale che si svolge annualmente ogni secondo sabato del mese di maggio.