TRASPORTI

Ecco come sarà il tram di Bolzano: il video

Una linea tranviaria bidirezionale di 7,2 km tra la stazione ferroviaria, l'ospedale e ponte Adige, con 17 fermate e frequenza delle corse ogni 10 minuti. Costo: 192 milioni

BOLZANO. Nel corso di una conferenza stampa in piazza Walther a Bolzano, Provincia, Comune e STA hanno presentato ufficialmente il progetto per la realizzazione nel capoluogo altoatesino di una linea tramviaria urbana bidirezionale tra la stazione ferroviaria, l'ospedale San Maurizio e Ponte Adige. Un tracciato di 7,2 km con 17 fermate su 2 linee. Tempi di percorrenza di 19 minuti per l'ospedale e frequenza media delle corse ogni 10 minuti e 21 minuti per ponte Adige con frequenza media ogni 30 minuti.

Un sistema tram integrato ed armonizzato con il trasporto urbano ed extraurbano (ferrovia, metrobus e bus), connesso alla rete ciclabile e al centro di mobilità di ponte Adige. Un tram a doppio binario con sistema di riduzione delle vibrazioni e del rumore su tutta la linea, una capacità di trasporto fino a 260 passeggeri a corsa, con preferenziamento semaforico e senza barriere architettoniche.

Un sistema di trasporto a totale alimentazione elettrica. In centro storico (1,3 km catenary free) il tram può viaggiare a batteria, senza linea aerea e senza pali. Come detto 17 le fermate condivise tram autobus su due linee; sosta prevista di 20 secondi, salita e discesa senza gradini.  

Costi di realizzazione: 125 milioni di Euro a cui si aggiungono i costi per il materiale rotabile, gli espropri, gli indennizzi, le spese tecniche ed eventuali imprevisti per un totatale di 192 milioni di Euro, di cui 40 sostenuti dalla Provincia, altrettanti dal Comune di Bolzano ed il resto tramite finaziamento su appositi fondi messi a disposizione dallo Stato.

Il progetto TRAM BZ è stato presentato dal Sindaco del capoluogo Renzo Caramaschi, dall'Assessore provinciale alla Mobilità e alle Infrastrutture e vice Presidente della Provincia Daniel Alfreider, dal Vice Sindaco Luis Walcher, dall'Assessore alla Mobilità e all'Ambiente del Comune Maria Laura Lorenzini, e dal presidente e dal direttore generale di STA Martin Ausserdorfer e Joachim Dejaco

Il tram di Bolzano è stato sottolineato in sede di presentazione, rappresenta la base per la mobilità futura della città. E' un mezzo di trasporto comodo, puntuale, efficiente e di facile utilizzo. Offre un contributo fondamentale per migliorare la mobilità grazie anche alla possibilità di interscambio con gli altri mezzi di trasporto pubblici garantendo nel contempo l'opportunità di una riqualificazione e valorizzazione degli spazi urbani.

Il progetto TRAM BZ sarà presentato nel corso di cinque incontri pubblici nei quartieri. Il primo oggi, mercoledì 6 novembre ore 19.00 Sala di Rappresentanza municipio vicolo Gumer; venerdì 8 novembre ore 19.00 sala "Guido Fronza" quartiere Europa (via Dalmazia 30 b); mercoledì 13 novembre ore 19.00 sala polifunzionale Ortles - quartiere Don Bosco (piazzetta Anne Frank 21); venerdì 15 novembre ore 19.00 sala polifunzionale quartiere Gries-S. Quirino (via della Mendola 124); mercoledì 18 novembre, ore 19, sala polifunzionale quartiere Oltrisarco-Aslago (piazza Angela Nikoletti 4).