IL SONDAGGIO

Focus sulla sanità, per il 94% degli altoatesini le liste d'attesa sono troppo lunghe

Prosegue la pubblicazione dei risultati della ricerca commissionata in vista delle elezioni provinciali del 21 ottobre. Gli altoatesini, che ritengono la sanità il primo problema che la politica deve affrontare, sottolineano con forza i disagi legati alle liste d'attesa troppo lunghe. 

TUTTI I PARTICOLARI SUL GIORNALE IN EDICOLA

BOLZANO. Secondo il 94 per cento degli altoatesini, le liste di attesa per le visite mediche sono troppo lunghe. È questa una delle fotografie della sanità altoatesina che emerge dal sondaggio esclusivo commissionato da Alto Adige, Dolomiten e Zett all’istituto Market in vista delle elezioni provinciali del 21 ottobre (1059 interviste telefoniche a cittadini dei tre gruppi linguistici).

La protesta corale contro le liste di attesa sono solo il dato più vistoso di un giudizio come minimo freddo da parte della popolazione, che si dichiara soddisfatta del sistema sanitario solo con una percentuale del 53%. Numeri simili sono probabilmente in mano alla Svp, attraverso i propri sondaggi, che arriva alle elezioni con il ritiro dalla politica dell’assessora Martha Stocker e la risoluzione anticipata del contratto del direttore generale Thomas Schael.

Un altro dato interessante che emerge è la forte la richiesta di bilinguismo dei medici: comunicare nella madrelingua è importante per il 77% degli intervistati. 

TUTTI I PARTICOLARI SUL GIORNALE IN EDICOLA