L’ultimo Martedìsera porta via l’estate in una bolla di sapone 

Artisti di strada in tutto il centro per il “finale di stagione” Anche per l’epilogo migliaia di persone in centro città

MERANO. Le bambine avanzano indecise sui trampoli, i loro amici a bocca aperta davanti alle bolle giganti, altri che realizzano l’“hotel per insetti” o si fanno dipingere la faccia. I genitori che ordinano un drink e ascoltano la musica, scegliendo quello che più gli piace visto che i palcoscenici sono otto e con generi diversi, ora rock ora swing. Il mercatino gastronomico e dell’artigianato, e soprattutto gli artisti di strada ché con quelli c’è sempre da divertirsi. Qualcuno prova a cimentarsi nelle arti circensi e scopre abilità che mai avrebbe indovinato di possedere, qualcun altro approfitta dell’orario “lungo” per concedersi una visita al museo civico.

Appena si è placato il vento e la minaccia di pioggia è battuta in ritirata, l’altroieri il centro città è stato nuovamente assalito da meranesi e turisti per l’ultimo degli appuntamenti del Martedìsera organizzati dall’Azienda di soggiorno. Forse perché era proprio l’ultimo di una rassegna che non smette di raccogliere consensi, un po’ per la varietà di spettacoli e iniziative, forse perché l’estate è agli sgoccioli e non si voleva perdere l’occasione, mettiamoci che l’afflusso turistico è massiccio, anche l’epilogo della serie ha fatto centro. Si parla di migliaia di persone per le strade e un notevole indotto per i bar e i ristoranti – non per i negozi, ormai mosche bianche quelli che decidono di tenere aperto.

Così, posando lo sguardo sulle bolle di sapone in cima a corso Libertà o sui complicati, ipnotici contorsionismi di Brigith Ramos, lasciandosi rapire dai giochi col fuoco, tanti meranesi e non si sono goduti l’ultima serata di una rassegna che coagula sempre più apprezamenti. Perché offre spettacoli di ottimo livello e gratuiti, per grandi e piccoli, per chi ha voglia di ridere e per chi ancora si lascia meravigliare.

A portarsi via l’ultimo Martedìsera, un temporale orgogliosamente estivo: la bella stagione sta per finire, ma i ricordi di quest’anno resteranno.